HomeComuni del VenetoCosa fare a Segusino: 3 cose da fare a Segusino

Cosa fare a Segusino: 3 cose da fare a Segusino

Scopri cosa fare a Segusino in provincia di Treviso: Segusino, summer Fest, Fiera Franca del Rosario, itinerari naturalistici tra splendide vette prealpine.

Dove si trova Segusino?

Il comune di Segusino in provincia di Treviso confina a nord e a ovest con Quero Vas, a sud ovest con Alano di Piave, a est con Valdobbiadene.

Eventi e ricorrenze

Intorno alla metà di Giugno a Segusino si tiene la Summer Fest, festa della birra con stand gastronomici
dove è possibile gustare delle prelibatezze locali e dell’ottima birra, per quanto concerne invece
l’intrattenimento, la Summer fest offre eventi di stampo sportivo, quali il torneo di Green Volley o quello
di calcio a 6, eventi musicali con band e/o dj, e il concorso di bellezza dove si incorona la “Miss Basso
Feltrino”, che andrà poi a concorrere come Miss Grand Prix.

Segusino Summer Fest

Quando e dove si svolge il Segusino Summer Fest?

Segusino summer fest si svolge ogni anno nel mese di giugno in corrispondenza degli impianti sportivi di Segusino.

Oltre a riunire la comunità locale, l’evento accoglie ogni anno migliaia di visitatori animati dal desiderio di vivere momenti di divertimento in buona compagnia tra musica dal vivo, fiumi di birra e specialità vinicole di prima qualità che rallegreranno le serate di inizio estate.

Se siete una buona forchetta, la manifestazione gastronomica offre una vasta scelta di piatti succulenti: stinco di maiale con patate arrosto, salsiccia e polenta, gnocchi al ragù, gnocchi burro e salvia, fritture di pesce, solo per citare alcuni dei piatti prelibati del ricco e gustosissimo menù.

Per tenervi aggiornati su tutte le informazioni in merito all’evento, si invita a consultare il sito della pro loco del comune.

Fiera Franca del Rosario

Dove e quando si svolge la Fiera Franca del Rosario?

La Fiera Franca si svolge ogni anno negli ultimi giorni di ottobre per le vie del centro storico della pittoresca cittadina di Segusino.

Più di cento espositori gastronomici vi permetteranno di assaporate le invitanti ricette tradizionali che valorizzano il vasto mosaico di biodiversità del territorio e ne distinguono l’identità culturale.

Immersi nell’incantevole scenario di un’antica cittadina di pietra racchiusa a est dal candido letto sassoso del freddo corso del Piave e protetta a ovest dai suggestivi rilievi boscosi delle Prealpi, i visitatori potranno esplorare le bellezze del territorio attraverso eco-escursioni che dalle sinuose vie selciate e acciottolate del borgo medievale, costellate di punti di degustazione, si diramano nella florida e incontaminata dimensione vegetale di silenziosi boschi assolati e maestosi pendii rocciosi.

Tra le tipicità più apprezzate potrete degustare tipicità casearie come il formaggio S-cech, il cui aroma e sapore unico riporta all’atmosfera del focolare domestico di antichi casolari in vivevano le famiglie dei nostri nonni e bisnonni, nonché eccellenti qualità di salumi e birre prodotte artigianalmente.

Per chi si chiede cosa fare a Segusino e non sa resistere al fascino di un paesino i cui abitanti hanno saputo tenere vivo nel corso dei secoli il delicato equilibrio di sapori, tradizioni e natura che ne costituisce l’anima, partecipare alla Fiera Franca del Rosario sarà un’esperienza emozionante e memorabile.

Percorsi naturalistici e punti di interesse

Segusino, Incastonato tra il Cesen, il Doc e il Zogo, conta diversi sentieri naturalistici, alcuni dei quali possono essere imboccati da Milies. I percorsi si snodano intorno alla conca Milies e offrono scorci suggestivi sia in un contesto naurale che in un borgo, come Stramare, dove il tempo sembra essersi fermato.

Nel territorio comunale inoltre possiamo trovare un degli Albero Monumentale, per la precisione un Fraxinus excelsior, alto circa 20 metri.

Cenni storici

Una testimonianza archeologica conferma la presenza dell’uomo, sul monte Doc, fin dal Neolitico.

Uno scavo dei primissimi anni del 2000 infatti ha portato alla luce degli strumenti primitivi in Selce, confezionati con tecniche primitive e risalenti a più di 6.000 anni fa.

Sebbene durante il medioevo fosse parte della pieve di  Quero, verso la metà del XIV secolo la famiglia Collalto, di Susegana, incluse la parrocchia di Segusino nei suoi feudi, sino alla caduta della Serenissima, nel 1797.

Durante la Grande Guerra, la gente del luogo riparò a Fregona, nel Vittoriese. Alla fine della guerra, la popolazione, sebbene quasi dimezzata dalle atrocità della guerra, ritornò nelle proprie borgate e iniziarono le opere di ricostruzione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Per categoria

spot_img