HomeTurismoCosa VisitareCosa vedere a Cimadolmo in Provincia di Treviso

Cosa vedere a Cimadolmo in Provincia di Treviso

(Articolo aggiornato) Scopri cosa vedere a Cimadolmo in provincia di Treviso: tra appassionanti itinerari naturalistici, esposizioni archeologiche e maestosi esempi di architettura neoclassica

Cosa vedere a Cimadolmo in Provincia di Treviso | VenetoClub
Cosa vedere a Cimadolmo in provincia di Treviso: Fiume Piave e grave di Papadopoli

Feffarkhorn

Dove e quando si svolge il Feffarkhorn?

Il Feffarkhorn si tiene in un vasto parco alberato in corrispondenza delle grave del Piave in Via Bortolina (45.79148377455556, 12.33751657646237) ogni anno agli inizi di settembre.

L’edizione del 2022 si terrà il 9, 10 e 11 settembre 2022.

Ad attendervi troverete tende e padiglioni che riproducono gli accampamenti delle antiche popolazioni celtiche, esposizioni di artigianato in cui troverete abbigliamento, accessori e utensili ispirati alle leggendarie culture e tradizioni di etnie indoeuropee, nonché spettacolari esibizioni di talentuosi gruppi folk e metal che renderanno la vostra esperienza indimenticabile: dai Bards from yesterday e i Metsatöll ai Nanowar solo per citarne alcuni!

Il festival include anche numerosi ed invitanti stand gastronomici e naturalmente birra a volontà!

Per tenervi sempre aggiornati in merito a tutte le novità dell’evento e per conoscere tutte le band che animeranno le serate del festival, vi consigliamo di visitare la pagina Facebook ufficiale del Feffarkhorn. Non mancate!

Grave di Papadopoli nel comune di Cimadolmo in Provincia di Treviso

Splendido lembo di terra definito dalle acque del fiume sacro alla patria, le grave di Papadopoli si estendono a tra i comuni di Cimadolmo, Maserada e Spresiano.

Sorte nella seconda metà del XIX secolo dopo che forti precipitazioni avevano modificato l’andamento del Piave, le grave di Papadopoli offrono emozionanti vedute panoramiche del territorio non corrotte da asfalto, cemento e industrie.

La salubrità del terreno unita all’abbondanza d’acqua ha determinato la formazione di una florido patrimonio di biodiversità arbustiva, floreale e arborea che costituisce un prezioso quanto fragile ecosistema per numerose specie di volatili, anfibi e insetti.

Questa meravigliosa oasi accoglie da ogni parte del Veneto visitatori desiderosi di scoprirne i tesori nell’ambito del massimo rispetto dell’ambiente naturale.

Chiesa di San Michele Arcangelo

L’antica parrocchia di San Michele, riconoscibile per la maestosa e svettante cupola che si staglia sul paesaggio rurale circostante, è un vero e proprio gioiello di arte e architettura nonché un punto di riferimento nel panorama storico e culturale del comune di Cimadolmo.

Situata in via G. Garibaldi, 37, 31010 San Michele di Piave (TV), l’edificio di culto fu ricostruito per intero in seguito alle devastazioni della Prima Guerra Mondiale e presenta squisiti richiami alla classicità testimoniati dal monumentale pronao sorretto da quattro colonne sovrastato dal timpano triangolare. 

La luminosa aula circolare presenta quattro cappelle laterali, le cui pareti sono rafforzate da possenti colonne sormontate da capitelli ionici.

Gli interni dell’edificio sacro custodiscono inestimabili pitture raffiguranti storie sacre, raffinate statue dei quattro evangelisti, nonché un’acquasantiera secolare di elevata fattura ed eccellente stato di conservazione.

Ti interessa questo articolo? Qui troverai tutti i comuni delle Provincia di Treviso con le Info più interessanti!

Popolazione

3.409 abitanti (1.695 maschi. 1.714 femmine)

Frazioni del Comune di Cimadolmo

Borgo Capitello, San Michele di Piave, Stabiuzzo

Per categoria

spot_img