Parchi del Veneto, guida alle bellezze naturali venete.

Non solo monumenti e industrie

Il Veneto è una regione italiana famosa per diverse ragioni come ad esempio la bellezza unica del suo capoluogo, Venezia, e per essere uno dei motori economici dell’Italia con la grande presenza di attività economiche fondamentali per l’economia italiana. Tuttavia, quello che molti ignorano che il Veneto non è solo arte, monumenti ed industria, ma anche un luogo dalle numerose bellezze naturali dove poter trascorrere piacevoli giornate all’insegna del benessere e della natura. Andiamo allora a scoprire, con questo nostro articolo, i Parchi naturali del Veneto !

Composto da montagne, colline e pianure, il Veneto offre infatti diverse occasioni per vivere un’esperienza a contatto con la natura.

Ufficialmente il Veneto ha un parco nazionale, 11 parchi regionali, 3 aree umide e 14 riserve statali che si aggiungono agli oltre 130 siti di interesse naturalistico individuati a seguito della direttiva europea Rete Natura 2000.

Questi sono dati che spesso sfuggono al cittadino, ma è pur vero che l’Italia è uno stato ricco di storia naturale grazie alla sua collocazione geografica e alle sue caratterische morfologiche.

Tra le aree più importanti segnaliamo il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, il Parco regionale del Delta del Po e il Parco regionale dei colli Euganei.

Parchi del Veneto: Il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Questo Parco è la sola area a status nazionale che protegge ben 31.000 ettari di territorio prevalentemente montuoso dove al suo interno troviamo specie selvatiche molto importanti e caratteristiche dell’Italia come la marmotta, il capriolo, il cervo, la martora e il muflone.

Il Parco del Delta del Po

Il Parco del Delta del Po è invece l’area che protegge il delta del fiume Po anche dopo aver attraversato l’intera Pianura Padana per poi sfociare in Mar Adriatico.

Qui le diramazioni fluviali formano un ambiente unico al mondo vitale per la sopravvivenza di molte specie di uccelli come il fenicottero rosa, il fraticello e il falco di palude.

Un vero e proprio paradiso naturale per chi ama fare birdwatching.

Leggi il nostro articolo sul Parco delta del Po

Il Parco dei colli Euganei

Qeusto Parco invece protegge un’area di circa 18.000 ettari composti da un complesso collinare di origine vulcanica che spicca nella circostante pianura padana. La zona è famosa per essere anche una zona termale.

Queste sono solamente 3 delle tante aree naturali che il Veneto offre agli appassionati di natura.

L’esistenza di queste aree protette sono di vitale importanza per tutta la popolazione locale e non solo, grazie alla salvaguardia del territorio si garantisce la salubrità dell’ambiente attraverso la naturale opera di pulizia che la natura compie.

Senza queste aree infatti è impossibile garantire una qualità di aria e acqua compatibile con la vita umana. Mentre i boschi puliscono l’aria dalle sostanze inquinanti, le aree verdi garantiscono l’approvvigionamento di acqua potabile così importante, specialmente ora che il mondo è soggetto al già noto cambiamento climatico.

L’Italia può e deve giocare il suo ruolo nella salvaguardia dell’ambiente continuando ed anzi intensificando la protezione degli spazi naturali. Nella speranza che le istituzioni non dimentichino l’importanza delle aree protette, noi normali cittadini dobbiamo attivamente partecipare alla conservazione diventando attori attivi visitando i parchi del Veneto e dell’Italia tutta così da garantire i fondi sufficienti agli enti responsabili della gestione.

Buona vacanza naturalistica in Veneto a tutti!!!

Di Michele

Controlla anche

NOLEGGIARE AUTO IN VENETO: 10 MIGLIORI AUTONOLEGGI NEL VENETO | VenetoClub

NOLEGGIARE AUTO IN VENETO: 10 MIGLIORI AUTONOLEGGI NEL VENETO

In questo articolo sono riportate 10 tra le migliori agenzie di autonoleggio nella Regione Veneto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *