I Rumatera: punk californiano ma in dialetto venexian

Sfatiamo oggi il mito secondo il quale i giovani non sanno il dialetto. I Rumatera infatti ne sono la prova: un gruppo musicale di genere punk californiano, ma che sfrutta l’eccentricità e la tradizionalità del dialetto veneziano. Un connubio stravagante? Beh leggete un po‘ la loro storia e le informazioni che abbiamo trovato su di loro, i ragazzi sono da tenere d’occhio anche da chi non ama il genere. Parola di Veneto Club.

I Rumatera: chi sono?

I Rumatera: punk californiano ma in dialetto venexian | VenetoClub
I Rumatera durante un’esibizione

La band I Rumatera ha all’attivo ben oltre 400 concerti live, un numero davvero importante, soprattutto se si pensa che il gruppo è nato nel 2007. L’idea nasce da Daniele Russo, Giorgio Gozzo, Luca Perin e Giovanni Gatto, tosi de campagna che vogliono trasmettere il loro modo di essere, sincero e non condizionato dai media o simili, tramite il loro genere musicale più amato: il punk californiano.

La combinazione di unire questo stile di musica, al dialetto veneto è stata un’idea vincente e che è piaciuta tantissimo. Sarà proprio per questo connubio che I Rumatera hanno trasmesso la loro genuinità? Dal 2008 sono 6 gli album pubblicati: Rumatera, My Crew, tradotto anche in inglese e portato in America,  71 Gradi, La Grande V, Xente Molesta e Awanti coi ammicci.

Gran successo di pubblico, le storie narrate nei brani riguardano al vita di giovani “normali”, di provincia, ragazzi in gamba con una grande passione, quella della musica e di quella fatta bene soprattutto, che sappia divertire, accomunare e ballare.

I Rumatera hanno anche collaborato con brand di street wear come Circa ed Insight, presentato uno dei loro album anche a Radio Deejay, condotto una trasmissione televisiva locale, hanno rappresentato l’Italia al prestigioso festival internazionale “Envol et Macadam” in Canada, a Quebec City. Sono tantissime le apparizioni e le conquiste di questo gruppo veneto, per conoscerli meglio visitate il loro sito web ed ascoltateli, soprattutto live.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui