HomeComuni del VenetoCosa fare a Casaleone in provincia di Verona: 3 idee

Cosa fare a Casaleone in provincia di Verona: 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Casaleone: la fiera del radicchio rosso, la chiesa di San Biagio e Vescovo Martire, giro in bicicletta a Casaleone. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Casaleone?

Il comune di Casaleone confina a nord e a est con Cerea, a sud con Ostiglia, a ovest con Sanguinetto e Gazzo Veronese.

La fiera del radicchio rosso

L’edizione 2023 delle festa si è svolta da venerdì 27 a domenica 29 gennaio e da venerdì 3 a domenica 5 febbraio in Piazza della Pace, 1.

Occasione consigliata per le buone forchette, la fiera prevede una spaziosa area di ristorazione allestita nei vasti ambienti riscaldati della Piastra Polivalente.

Lo squisito menù prevede invitanti pietanze sia goderecce che gourmet, da prelibati risotti al radicchio, fettuccine e bigoli con speck e radicchio a succulente costate e grigliate miste con radicchio, speck e polenta, solo per citare alcune delle specialità servite con eccellenze vinicole del territorio. Per concludere in dolcezza non mancheranno golosità prodotte artigianalmente da rinomate pasticcerie del luogo.

Oltre ad attività sportive come l’appassionante torneo di calcetto, il programma della manifestazione include attività culturali come mostre fotografiche e conferenze dedicate alla poesia e alla letteratura ispirate all’antico folclore e alle leggende del territorio.

Se vi chiedete cosa fare a Casaleone e desiderate partecipare a una coinvolgente iniziativa enogastronomica volta a promuovere uno dei prodotti più saporiti, genuini e caratteristici della regione Veneto, la fiera del radicchio rosso è un appuntamento da non perdere!

Per essere sempre aggiornati in merito alle prossime edizioni della fiera del radicchio si consiglia di visitare la pagina Facebook Fiera Radicchio Casaleone e il sito fieraradicchiocasaleone.it.

La chiesa di San Biagio e Vescovo Martire

Situata in Piazza della Vittoria, 15, la chiesa di San Biagio e Vescovo Martire è caratterizzata da una splendida facciata a doppio spiovente ritmata da paraste e lesene raccordate da archetti pensili.

Accessibile tramite cinque candidi scalini, il massiccio portale ligneo, racchiuso da una cornice strombata, è affiancato da due eleganti bifore distinte da una spiccata verticalità. Il portone è sovrastato da sei arcatelle a tutto sesto sorrette da colonnine, al di sopra delle quali si staglia un elaborato rosone. Sulla sommità della facciata spiccano tre guglie.

Se vi chiedete cosa fare a Casaleone, la chiesa di San Biagio e Vescovo Martire è uno dei punti di riferimento spirituali, artistici e architettonici tra i più significativi del comune.

Giro in bicicletta a Casaleone

Il punto di partenza dell’itinerario ciclabile consigliato è il parcheggio in Piazza della Pace in corrispondenza del Parco Unità d’Italia.

Procedete in direzione sud est per 1,8 km lungo Via Vittorio Veneto, Via Roma, Piazza del Popolo, Via Capo di Sotto. Superate il canale e procedete in Via Belfiore, addentrandovi nell’ameno panorama rurale casaleonese scandito da rigogliosi vigneti, frutteti, campi di girasole e giardini costellati di maestosi aceri, tigli e cedri dell’Atlante. Continuate lungo Via Belfiore per 350 metri, poi tenete la destra in Via San Michele. Procedete per 1,2 km tra campi di granturco, lasciate alla vostra destra una distesa di panelli fotovoltaici, poi continuate lungo la sinuosa strada asfaltata tra filari di pioppi cipressini, caratteristici caseggiati rurali e floridi noccioleti.

Tenete la sinistra in direzione dell’Hotel Mulino Delle Valli. Proseguite lungo il piacevole sterrano in Località Castello che si estende parallelamente al canale, addentrandovi nel cuore della campagna punteggiata di caseggiati rustici in mattoni a vista.

Dopo circa 3 km svoltate a destra in Via Carpania. Dopo 350 metri svoltate a destra. Procedete per Via Boccarona e Via Boccare per 3,9 km tra eleganti cascine e antichi ruderi avvolti da canne di palude, campi di granturco, frutteti, siepi di acacie, salici e svettanti pioppi neri fino a raggiungere il centro urbano del paese.

Da Via Boccare proseguite lungo Via Giuseppe Mazzini per circa 300 metri, poi continuate a nord lungo Piazza del Popolo, Via Roma e Via Vittorio Veneto per 800 metri fino a tornare a Piazza della Pace.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Ad

Descrizione dell'immagine

Leggi anche

Ad

Descrizione dell'immagine