HomeComuni del VenetoCosa fare a Due Carrare (PD): 4 idee

Cosa fare a Due Carrare (PD): 4 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Due Carrare: Vivi Due Carrare, la sagra di San Giorgio e San Marco, il Borgo di Pontemanco, giro in bicicletta a Pontemanco. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dive si trova Due Carrare?

Il comune di Due Carrare confina a nord ovest con Abano Terme e Montegrotto Terme, a nord est con Maserà di Padova, a sud est con Cartura, a sud ovest con Pernumia, a est con Maserà di Padova e Cartura, a ovest con Montegrotto Terme, Battaglia Terme e Pernumia.

Vivi Due Carrare

In occasione dell’evento le principali vie e piazze della città si animano di stendardi colorati, sgargianti coreografie di sbandieratori e tornei di scherma medievale con scintillanti armature.

Se vi chiedete cosa fare a Due Carrare, il programma della fiera prevede banchetti ricchi di succulente pietanze degne di un re, laboratori artigianali con fabbri e falegnami, mostre zootecniche, spettacoli musicali, esibizioni canore e l’appassionante palio delle contrade.

Per essere sempre aggiornati sui prossimi appuntamenti di Vivi Due Carrare è possibile consultare il sito vividuecarrare.it e la pagina Facebook Pro Loco Due Carrare.

La sagra di San Giorgio e San Marco

Secondo il calendario liturgico i giorni dedicati a San Giorgio e a San Marco sono rispettivamente il 23 e il 25 aprile. Nel comune di Due Carrare, la celebrazione in loro onore si svolge anche nei giorni precedenti e successivi a queste date, in corrispondenza della Parrocchia Carrara san Giorgio in Via Roma.

Alla solennità della cerimonia eucaristica e della processione, la festa associa il clima spensierato e gioviale di una fiera paesana all’insegna di cucina casereccia, laboratori artigianali, lotterie di beneficienza, giochi gonfiabili, laboratori creativi ed esposizioni di costruzioni lego.

Occasione indicata per le buone forchette, la fiera prevede spaziose e comode aree di ristorazione nelle quali potrete assaporare specialità di pesce da far venire l’acquolina in bocca, da fritture di pesce a spaghetti allo scoglio, dalle seppie con polenta a crostini di baccalà mantecato e risotti al nero di seppia. Non mancheranno tipicità di carne come braciole, costine e salsicce alla griglia, bistecche di puledro, spezzatino di musso e squisiti bigoli al pomodoro.

Se vi chiedete cosa fare a Due Carrare e desiderate trascorrere la stagione primaverile nell’amena cornice di un paesino rurale esteso ai piedi dei colli euganei, partecipare alla sagra di San Giorgio e San Marco potrebbe fare proprio al caso vostro!

Per maggiori informazioni in merito ai prossimi appuntamenti della vivace manifestazione popolare si consiglia di visitare la pagina Facebook Sagra San Giorgio e San Marco – Due Carrare.

Visita Pontemanco

L’abitato di Pontemanco è un ridente borgo fluviale incastonato nella campagna di Due Carrare.

Per raggiungere Pontemanco partendo dal comune di Due Carrare, lasciate la piazza del municipio alle vostre spalle, svoltate a sinistra e procedete fino all’incrocio di fronte alla chiesa di San Giorgio Martire e del monumento ai caduti.

Svoltate a destra nella strada provinciale 9, poi continuate lungo Via Pontemanco fino a trovare alla vostra destra la pista ciclabile che vi condurrà direttamente al cuore del grazioso abitato.

Una delle località più fotogeniche di Due Carrare, il borgo regala vedute incantevoli del canale Biancolino, realizzato nel medioevo come diramazione del Canale Battaglia, significativa arteria fluviale che collegava Padova, Monselice ed Este

Uno dei più affascinanti e rappresentativi punti di riferimento del paesino è il complesso molitorio del XIV secolo la cui antica ruota è tutt’ora funzionante.

Giro in bicicletta a Pontemanco

Partendo Villa Pasqualino Grimani, procedete a est lungo Via Pontemanco e Via Biancolino lungo le sponde del canale disseminate di acacie, pioppi e salici. Dopo circa 2 km imboccate il sentiero alla vostra destra in corrispondenza dell’idrovora Biancolino. Assecondate il serpeggiante itinerario che si snoda lungo il corso del Bacchiglione. Seguite Via Ca’ Erizzo fino all’incrocio con Via Roma e Via Ponte di Riva (l’antico ponte di pietra si trova alla vostra sinistra).

Attraversate le strisce pedonali e seguite il candido sentiero lungo gli argini alberati del fiume per poco più di 3 km, dopodiché tenete la destra in Via Brassalene. All’incrocio svoltate a destra e continuate lungo Via Gorghizzolo addentrandovi nel sereno panorama agreste carrarese da cui si scorge, all’orizzonte, il sinuoso profilo dei colli euganei.

Se volete tornare a Pontemanco, alla rotonda prendete la prima uscita e procedete lungo Via Roma per 300 metri, girate a sinistra in Via Olivato e continuate per Via Ponte di Riva fino a tornare all’antico mulino.

Se volete tornare al municipio, al termine di Via Gorghizzolo prendete la terza uscita alla rotonda. Seguite Via Roma fino alla rotatoria successiva, poi prendete la prima uscita e procedete fino a trovare il municipio alla vostra sinistra.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine
Booking.com

Leggi anche

SPONSOR

Descrizione dell'immagine