HomeComuni del VenetoCosa fare a Grezzana in provincia di Verona: 4 idee

Cosa fare a Grezzana in provincia di Verona: 4 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Grezzana: la sagra della Madonna della cintura, il castello di Falasco, Villa Giusti Bevilacqua, Villa Arvedi. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Grezzana?

Il comune di Grezzana confina a nord con Cerro Veronese, a nord ovest con Erbezzo e Bosco Chiesanuova, a sud con Verona, a est con Roverè Veronese e Verona, a ovest con Sant’Anna d’Alfaedo e Negrar.

La sagra della Madonna della cintura

Secondo il calendario liturgico, la Madonna della cintura si celebra ogni prima domenica di settembre. L’edizione 2023 della sagra della Madonna della cintura ha avuto luogo da giovedì 31 agosto a lunedì 4 settembre nel centro urbano grezzanese.

In occasione della vivace ricorrenza il cuore storico del paese si anima di grandi aree di ristorazione nelle quali è possibile assaporare squisite tipicità tradizionali che valorizzano il patrimonio enogastronomico del fertile territorio della Lessinia.

Il menù della precedente edizione ha previsto rinomate pietanze come i bigoli all’anatra, i bigoli al musso, il risotto all’isolana, costine di maiale e carnè salà con fagioli e verdure grigliate, taglieri di affettati, baccalà con polenta e pizza cotta in forno a legna da assaporare con freddi boccali di birra e vini doc.

Se vi chiedete cosa fare a Grezzana, la sagra della Madonna della cintura è un’opportunità ideale per trascorrere la fine della bella stagione all’insegna di musica rock, pop, disco, concerti d’orchestra e serate danzanti, ricette goderecce e dolci fatti in casa, eccellenze vinicole, fiumi di birra ed emozionanti spettacoli pirotecnici.

Per maggiori informazioni in merito all’evento, è possibile consultare le pagine Facebook Sagra Della Madonna Della Cintura di Grezzana, Sagra Della Madonna Della Cintura di Grezzana e il sito web prolocogrezzana.it.

Il castello di Falasco

Situata in Località Basalovo di Stallavena, la possente torre medievale è addossata alla parete strapiombante di un’altura rocciosa, dalla cui posizione privilegiata si domina con lo sguardo lo spettacolare panorama della Valpantena.

Innalzata per volere della famiglia Turrisendi, la costruzione difensiva e di avvistamento risale con ogni probabilità ai secoli XIII e XIV.

La storia della fortificazione è legata a Francesco Falasco, ex possidente terriero divenuto sgherro della famiglia Cozza, il quale aveva trovato rifugio negli antichi ruderi del castello dopo aver perso i propri beni. Grazie alla sua posizione strategica e difficilmente accessibile, nel corso del XVII secolo la torre divenne la base operativa di una spietata banda di briganti.

Villa Giusti Bevilacqua

Situata in Via Madonnina, 1, Villa Giusti Bevilacqua fu costruita nel 1580 per volere della famiglia Giusti. L’elegante residenza gentilizia presenta al piano terra, in posizione mediana, tre aperture a tutto sesto incorniciate da un elegante paramento a bugnato.

Conosciuta anche come Palazzo rosso per il colorito che ne decora gli esterni, la villa è impreziosita da inestimabili affreschi, tra cui spicca una rappresentazione di Mosè salvato dalle acque che abbellisce il piano nobile.

Villa Arvedi

Situata in Via Conti Allegri, nella frazione di Cuzzano (45.5113273636004, 11.013687687112101), Villa Arvedi è un gioiello di architettura barocca elegantemente inserito alle pendici dei colli della Valpantena ammantati di boschi rigogliosi, punteggiati di olivi argentati e scanditi da floridi vigneti per la produzione di Valpolicella DOC, Amarone della Valpolicella e Recioto DOC.

Fondata nella prima metà del XV secolo dalla nobile famiglia Dal Verme, la sontuosa proprietà fu acquistata nel XVII secolo dagli Allegri, i quali finanziarono l’ampliamento del grandioso complesso architettonico nobiliare e lo trasformarono in una fiorente tenuta agricola. Nel 1824 la magione passò agli Arvedi. Le vaste e luminose sale della dimora signorile sono ingentilite da splendidi affreschi di natura allegorica, leggendaria e bellica.

Se vi chiedete cosa fare a Grezzana, Villa Arvedi e lo splendido giardino all’italiana che la incornicia sono una delle mete culturali e naturalistiche più affascinanti della regione Veneto.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine
Booking.com

Leggi anche

SPONSOR

Descrizione dell'immagine