HomeComuni del VenetoCosa fare a Zimella in provincia di Verona: 3 idee

Cosa fare a Zimella in provincia di Verona: 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Zimella: Passeggiata lungo il Guà, l’antica segheria e molino Bertolaso, la Chiesa di S.Floriano Martire. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Zimella?

Il comune di Zimella confina a nord con Lonigo, a sud con Cologna Veneta, a est con Lonigo e Cologna Veneta, a ovest con Arcole e Veronella.

Passeggiata a Sarego, Zimella e Cologna Veneta

Il punto di partenza dell’itinerario è il parcheggio della chiesa di S.Floriano Martire in Piazza Don U. dalla Valle. È possibile lasciare l’auto anche nel vicino parcheggio in Via Garzan.

Se partire dal parcheggio della chiesa, procedete a nord in Piazza Don U. dalla Valle lasciando alla vostra destra la segheria e il molino Bertolaso. Tenete la destra fino a raggiungere l’antico ponte in ferro sul fiume Guà, attraversato il quale svoltate a sinistra nella ciclabile Zimella-Bagnolo.

Il sentiero si snoda lungo gli argini erbosi del corso d’acqua offrendo incantevoli scorci della pianura rurale zimellese, scandita da rigogliosi vigneti, campi di granturco, lunghi viali di platani, pioppi cipressini e punteggiata di graziose cascine e caseggiati rustici immersi nel verde.

Dopo circa 2,5 km troverete alla vostra sinistra Villa Pisani Bonetti, gioiello di architettura palladiana rivolta a sud est verso il sinuoso corso del Guà.

Superata la villa discendete l’argine del fiume e tenete la sinistra in Via Terre del Guà. Dopo circa 110 metri lasciate il ponte alla vostra sinistra. Poco più avanti imboccate la pista ciclabile asfaltata che asseconda le anse serpeggianti del corso d’acqua, dalla cui posizione privilegiata si gode di una veduta ad ampio raggio della campagna vicentina e del centro urbano di Lonigo. Dopo 3 km lasciate la pista ciclabile e svoltate a destra fino a raggiungere l’ingresso del parco delle fiere di Lonigo.

Continuate a nord lungo Via Cesare Battisti per 500 metri, dopodiché svoltate a sinistra in Via del Macello. All’incrocio con Terre del Guà svoltate a sinistra. Superato il ponte girate a destra in Via Bonioli e imboccate la rampa alla vostra destra che porta alla pista ciclabile.

La pista procede per 2,5 km costeggiando il torrente Agno e il fiume Brendola dalle sponde ammantate di pioppi, acacie, floridi arbusti e molte altre piante d’alto fusto.

All’incrocio con Via Roma, potete girare a destra e successivamente imboccare la pista ciclabile a sinistra che procede a nord lungo Terre del Guà all’ombra della folta vegetazione boschiva.

Continuando a nord, l’itinerario costeggia l’abitato di Sarego e continua in direzione di Meledo e Rocchi.

Antica segheria e molino Bertolaso

Situate rispettivamente in Via Giovanni da Zimella e in Piazza Don U. della Valle, il molino e la segheria Bertolaso sono due dei più significativi punti di riferimento storici e culturali del comune, separati dal corso del fiume Guà.

Fondato all’inizio del XX secolo su un fabbricato preesistente, il complesso molitorio si innalza su tre piani ed è cornato da un tetto a doppio spiovente. Internamente illuminato da eleganti monofore concluse da un arco ribassato, il molino era impiegato per la macinazione della farina e del semolino.

Operativo fino al 1970, questo affascinante esempio di architettura industriale, splendidamente conservato, si erge di fronte ad un’altra maestosa struttura, inizialmente impiegata come segheria e successivamente come impianto per la macinazione dello zolfo. Elemento di particolare interesse è la svettante torre a base rettangolare inglobata nell’edificio che rivaleggia in altezza con il campanile della vicina chiesa di San Floriano Martire.

La Chiesa di S.Floriano Martire

Riconoscibile per la splendida facciata neogotica ottocentesca, il luogo di culto è accessibile tramite un loggiato ritmato da tre archi a sesto acuto. Al centro del fronte si aprono cinque bifore, anch’esse scandite da archi a ogiva. Lo splendido edificio è coronato da elaborate guglie sottolineate da un motivo di archetti pensili.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine
Booking.com

Leggi anche

SPONSOR

Descrizione dell'immagine