HomeComuni del VenetoCosa fare a Costa di Rovigo (RO): 3 idee

Cosa fare a Costa di Rovigo (RO): 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Costa di Rovigo: la fiera di San Giovanni Battista, giro in bicicletta a Costa di Rovigo, Museo etnografico A l’Alboron. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Costa di Rovigo?

Il comune di Costa di Rovigo confina a nord e a est con Rovigo, a sud con Villamarzana, a sud est con Arquà Polesine, a ovest con Villanova del Ghebbo e Fratta Polesine.

La fiera di San Giovanni Battista

Secondo il calendario liturgico, la celebrazione di San Giovanni Battista ricorre il 24 giugno. Nel comune di Costa di Rovigo, la festa in onore del santo patrono di svolge anche nei giorni precedenti e successivi a questa data.

L’edizione 2023 della fiera di San Giovanni Battista ha avuto luogo da domenica 11 giugno a sabato 1 luglio in Piazza San Giovanni Battista.

Iniziativa da non perdere per chi si chiede cosa fare a Costa di Rovigo, l’antica ricorrenza concilia la solennità della santa messa in onore di San Giovanni Battista con il clima spensierato di una festa paesana all’insegna di musica dal vivo, serate di danza, giostre elettrizzanti, mostre d’arte, raduni d’auto d’epoca, chioschi itineranti e aree di ristorazione in cui scegliere tra diverse pietanze da far venire l’acquolina in bocca, da invitanti tagliate di manzo, braciole col manico ai ferri e musetto con polenta a squisite fritture di pesce, panini goderecci e gnocchi fritti con salumi da assaporare con freddi boccali di birra e qualità vinicole locali.

Per maggiori informazioni in merito alla tradizionale manifestazione è possibile consultare la pagina Facebook Comune di Costa di Rovigo.

Giro in Bicicletta a Costa di Rovigo

Il punto di partenza dell’itinerario è il parcheggio in Via Guglielmo Marconi (45.04978534944491, 11.699352560914967). Usciti dal parcheggio svoltate a destra e procedete per 130 metri. All’incrocio tenete la sinistra in Via Dante Alighieri, poi svoltate a destra in Via Galileo Galilei.

Dopo circa 70 metri tenete la sinistra nella pista ciclabile, dopodiché, in corrispondenza di una candida chiesa ornata di primule e speronella, svoltate a destra in Via Martiri della Resistenza. Procedete per circa 600 metri tra graziose dimore rurali incorniciate da giardini ombreggiati da pruni, olivi, palme, lecci, magnolie, gelsomini, cedri, fichi, tigli, ciliegi e molte altre floride piante d’alto fusto.

Assecondate il corso del canale alla vostra destra fino all’incrocio con Via Scardona, attraversate la strada e continuate lungo Via Martiri della Resistenza per 4,5 km. Il percorso si snoda nel fertile panorama campestre rodigino all’ombra di folte siepi di acacie, noci, salici, pioppi bianchi, pioppi cipressini e noccioli.

Al segnale di stop (45.07099169477422, 11.72980572474304), svoltate a destra e attraversate il canale. Svoltate a sinistra e seguite per 2 km Via Giovanni Pozzato lungo le sponde erbose di un sinuoso canale ammantate di canne comuni. Dopodiché svoltate a destra in Via Santa Caterina.

Procedete a sud in Via Santa Caterina e Via Busovecchio per quasi 3 km, svoltate leggermente a destra e imboccate Via Sante Zennaro. All’incrocio con Via Carlo de Rossi girate a sinistra, poi all’intersezione con Via Scolo Sinistro Valdentro svoltate a destra e seguite per 3,5 km il corso d’acqua artificiale che solca la campagna punteggiata di casolari avvolti da sconfinate coltivazioni di granturco.

All’intersezione svoltate a destra e procedete lungo Via San Pietro Martire e Via G. Matteotti per 2,8 km tra antichi casolari in mattoni a vista immersi nel verde, rigogliosi frutteti, lunghi filari di pioppi cipressini e candidi cimiteri campestri incorniciati da palme, cipressi e circondati da campi di frumento.

All’incrocio con Via Umberto I, svoltate a destra e procedete per 400 metri, lasciando alla vostra destra la chiesa neoclassica di San Giovanni Battista, dopodiché tenete la destra in Via Guglielmo Marconi per tornare al punto di partenza.

Museo etnografico “A l’alboron: Costa di Rovigo nel tempo”

Situato in Via Dante Alighieri, 300, il museo etnografico A l’alboron custodisce ed espone documenti e manufatti legati al mondo economico, agricolo e spirituale della comunità agricola immersa nel cuore della campagna rodigina.

Meta imperdibile per chi si chiede cosa fare a Costa di Rovigo, il percorso espositivo si articola all’interno di un edificio restaurato del XVI secolo armoniosamente inserito nel centro storico dell’antica cittadina.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Ad

Descrizione dell'immagine

Leggi anche

Ad

Descrizione dell'immagine