HomeComuni del VenetoCosa fare a Crespino (RO): 3 idee

Cosa fare a Crespino (RO): 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Crespino: E…STATE a Crespino, giro in bicicletta a Crespino, Villa Marzolla. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Crespino?

Il comune di Crespino confina a nord est con Ceregnano, a nord ovest con Rovigo, a sud con Riva del Po, a est con Gavello e Villanova Marchesana, a ovest con Pontecchio Polesine e Guarda Veneta.

E…STATE a Crespino

L’edizione 2023 di E…STATE a Crespino si è svolta da lunedì 19 giugno a sabato 26 agosto in Piazza Fetonte.

Se vi chiedete cosa fare a Crespino, partecipare a questa ricorrenza popolare è un’opportunità da non perdere per trascorrere la bella stagione all’insegna di spettacoli musicali, serate di danza e specialità gastronomiche goderecce da gustare con freddi boccali di birra nella cornice di un accogliente cittadina rurale immersa nella fertile pianura del Polesine.

Per maggiori informazioni in merito alla vivace manifestazione popolare e per essere sempre aggiornati in merito ai prossimi appuntamenti di E…STATE a Crespino è possibile consultare la pagina Facebook Pro Loco Crespino APS.

Giro in bicicletta a Crespino

Il punto di partenza dell’itinerario è Piazza Fetonte, sulla quale si affaccia la spettacolare facciata barocca della chiesa dei Santi Martino e Severo. Lasciate il fronte del luogo di culto alle vostre spalle, attraversate la piazza e procedete a sud in Via Trento. Raggiunta la sommità dell’argine procedete a est per poco più di 6,5 km in Via Argine Po Fornace.

La prima parte del percorso regala vedute ad ampio raggio del corso del Po e della fiorente vegetazione di pioppi cipressini, salici bianchi, carpini, olmi, ontani e dense macchie di canne comuni che ne ammantano le sponde.

Dopo aver superato la laterale alla vostra destra che conduce all’Attracco Piarda “Amici del Po” (44.989781074576634, 11.962977487180055), procedete per altri 170 metri, dopodiché discendete l’argine in direzione della chiesa di Santa Maria Assunta e dello svettante campanile che si innalza al suo fianco.

Lasciate alla vostra destra la facciata della chiesa e proseguite a nord in Via Roma fino all’incrocio con la strada provinciale 33, poi svoltate a sinistra e continuate lungo la pista ciclabile per 180 metri. A questo punto attraversate le strisce pedonali e imboccate Via Ponte alla vostra destra. Dopo circa 500 metri tenete la destra e attraversate il ponte sul canale, poi svoltate a sinistra in Via Canalazzo e assecondate per poco più di 1 km il corso d’acqua che lambisce un florido pioppeto.

All’incrocio svoltate a sinistra in Via Trombini, poi girate a destra nella strada provinciale 33 addentrandovi nella sconfinata campagna del Polesine punteggiata di caseggiati rustici avvolti da campi di granturco e da folte siepi di acacie. Dopo 350 metri imboccate la SP 31 alla vostra destra.

Dopo 1,2 km tenete la sinistra in Via Aguiaro e procedete per circa 4 km nel silenzioso panorama agreste crespinese. Attraversate la strada provinciale 33 e seguite Via Giuseppe Verdi per 750 metri, poi tenete la destra in Via Trieste fino a tornare in Piazza Fetonte.

Villa Marzolla

Situato in Via Trieste, 44, il complesso architettonico è costituito da una maestosa casa dominicale a tre piani nella quale si aprono tre portali, il centrale dei quali archivoltato. I tre ingressi sono sormontati da una finestra circolare, al di sopra della quale si staglia un frontone triangolare.

Armoniosamente inserita in un ampio giardino costellato di piante secolari, l’imponente struttura concilia in modo equilibrato l’eleganza di una dimora signorile settecentesca con la funzionalità di un imponente caseggiato rurale. Il pian terreno del complesso ospita le scuderie mentre i piani superiori fungevano da granai.

I vasti e luminosi ambienti di Villa Marzolla accolgono oggi un’interessante esposizione etnografica e una collezione di auto d’epoca.

Se vi chiedete cosa fare a Crespino, Villa Marzolla è uno dei più affascinanti punti di riferimento culturali e storici del Polesine.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Ad

Descrizione dell'immagine

Leggi anche

Ad

Descrizione dell'immagine