HomeComuni del VenetoCosa fare a Ferrara di Monte Baldo (VR): 3 idee

Cosa fare a Ferrara di Monte Baldo (VR): 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scorpi cosa fare a Ferrara di Monte Baldo: il santuario Madonna della Corona, escursione a Ferrara di Monte Baldo, il ponte tibetano sul Vajo dell’Orsa. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Ferrara di Monte Baldo?

Il comune di Ferrara di Monte Baldo confina a nord con Avio, a sud con Caprino Veronese, a est con Brentino Belluno, a ovest con Malcesine, Brenzone sul Garda e San Zeno di Montagna.

Santuario Madonna della Corona

Situata in Vicolo Santuario, 1, in località Spiazzi, la chiesa sorge sul versante orientale della catena del Monte Baldo, le cui ripide pareti rocciose delimitano a est la profonda forra conosciuta come il Vajo dell’Orsa.

Erto a 775 metri s.l.m, il santuario si caratterizza per una facciata in stile neogotico a doppio spiovente, al cui lato si innalza una torre campanaria a base quadrata coronata da una cuspide aguzza.

Se vi chiedete cosa fare a Brentino Belluno, il Santuario Madonna della Corona rappresenta uno dei più straordinari punti di riferimento spirituali e culturali della regione Veneto, sia per la raffinata architettura che contraddistingue il luogo di culto, sia per la peculiare posizione della chiesa stessa, a ridosso del fianco strapiombante della montagna da cui si domina con lo sguardo il paesaggio mozzafiato della Valdadige, verdeggiante estensione prativa scandita da vigneti soleggiati e punteggiata da antichi borghi di pietra sovrastati dalla colossale mole boscosa dei Monti Lessini.

Come raggiungere il Santuario Madonna della Corona?

Partendo dal parcheggio di fronte alla Tavernetta del Baldo (45.64796229589351, 10.852319483190378), procedete a sud in lieve discesa per pochi metri, superate il ristorante la Lanterna e girate a sinistra affiancando la piazzetta lastricata al centro della quale sorge una graziosa fontana, poi svoltate di nuovo a sinistra nel sentiero in località Gabbiola che conduce al santuario.

Escursione a Ferrara di Monte Baldo e Brentino Belluno

Il punto di partenza dell’itinerario è il parcheggio di fronte alla Tavernetta del Baldo in Via Centro, 13. Attraversate la SP8, imboccate Via Graziani (presso L’OstAria – Bar Food & Beverage) e continuate in salita in Località Croce all’ombra di abeti, aceri, ciliegi selvatici e cipressi fino a trovare, alla vostra sinistra, l’inizio del sentiero delle Preelle.

Il tracciato asseconda il dislivello dell’altura costellata di conifere e attraversa una luminosa area prativa fino a portare alla sommità del monte, a 1010 metri s.l.m. Dalla posizione privilegiata della vetta, coronata da una croce di pietra, si domina con lo sguardo l’affascinante panorama degli scoscesi pendii boscosi che racchiudono a est il Vajo dell’Orsa.

Il sentiero erboso sbuca nella strada provinciale 8 dir (45.666494137324236, 10.849299659644469). A questo punto continuate a nord per poco più di 250 metri e imboccate il sentiero in terra battuta alla vostra destra che conduce alla chiesa della Madonnina del Bosco. La tappa successiva è il pittoresco borgo di Castelletti circondato da verdi alture.

Da Malga Orsa al ponte tibetano sul Vajo dell’Orsa

L’itinerario si immerge nuovamente nel verde attraverso il sentiero dell’amore e, dopo aver superato un limpido torrente, conduce al centro ferrarese. Procedete a est lungo Via IV Novembre, poi all’incrocio con la strada provinciale svoltate a destra e procedete a sud per circa 70 metri. Attraversate Piazza Generale A. Cantore alla vostra sinistra, superate le strisce pedonali e imboccate la strada che affianca il municipio. Dopo circa 300 metri, in corrispondenza del primo tornante, seguite il sentiero che si snoda a sud, attraversa Malga Orsa e conduce al Ponte Tibetano da cui si possono ammirare le spettacolari cascate del Vajo dell’Orsa.

Continuate a sud lungo il versante roccioso del monte e seguite il sentiero 73 per raggiungere il santuario della Madonna della Corona. Conclusa la visita al luogo di culto il percorso procede a sud ovest attraverso una serie di tornanti e scalinate scavate nella roccia, per poi riportare al punto di partenza tramite Località Gabbiola.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Ad

Descrizione dell'immagine

Leggi anche

Ad

Descrizione dell'immagine