HomeComuni del VenetoCosa fare a Cavaion Veronese (VR): 3 idee

Cosa fare a Cavaion Veronese (VR): 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Cavaion Veronese: la festa degli asparagi, giro in bicicletta a Cavaion Veronese, la bastia di San Michele. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Cavaion Veronese?

Il comune di Cavaion Veronese confina a nord con Affi, a sud con Pastrengo, a est con Rivoli Veronese e Sant’Ambrogio di Valpolicella, a ovest con Bardolino.

La festa degli asparagi

L’edizione 2023 della festa degli asparagi ha avuto luogo da giovedì 11 a mercoledì 17 e da sabato 20 a domenica 21 maggio in Via Vittorio Veneto.

Come ogni anno, la vivace ricorrenza prevede spaziose aree di ristorazione nelle quali è possibile scegliere tra squisite pietanze a base del rinomato ortaggio che nel fertile territorio cavaionese trova le condizioni ideali per crescere rigoglioso. Il menù dello scorso appuntamento ha incuso piatti gourmet come il tradizionale risotto mantecato all’asparago bianco e bacon croccante, l’asparago allo scalogno e il classico binomio uovo e asparago bianco.

Durante la fiera è possibile dedicarsi a tranquille passeggiate di gruppo alla scoperta dell’incantevole scenario campestre del veronese scandito da gentili declivi soleggiati scanditi da floridi vigneti.

Per maggiori informazioni in merito all’evento è possibile consultare la pagina Facebook Pro Loco San Michele di Cavaion V.se.

Se vi chiedete cosa fare a Cavaion Veronese, la festa degli asparagi è un’opportunità per trascorrere la stagione primaverile all’insegna di musica dal vivo, serate di danza ed eccellenze enogastronomiche da assaporare nella cornice di un incantevole cittadina agreste situata ai piedi del monte Moscal, a breve distanza dal Lago di Garda e del centro storico di Verona.

Giro in bicicletta a Cavaion Veronese

Il punto di partenza del breve itinerario è la parrocchia di San Giovanni Battista in Piazza della Chiesa. Lasciate alla vostra destra la facciata sud del luogo di culto e procedete a est in direzione del ristorante Locanda Centrale. Svoltate a sinistra in Via Belvedere e proseguite a est lungo Via San Michele, poi tenete la sinistra in Località Ceriel a ridosso delle pendici di un colle alberato sulla cui sommità troneggiano i grandiosi resti di un’antico complesso religioso.

Lungo il percorso troverete dei tavoli ombreggiati da olivi nodosi e delle panchine da cui è possibile ammirare la splendida vallata lambita dal lago di Garda. Continuate a est fino all’incrocio (45.5406782659993, 10.761322519203118), poi tenete la sinistra e continuate a sud in località Ceriel per 180 metri. All’incrocio tenete la destra e procedete in Str. Val Quarole per 600 metri, discendendo il gentile rilievo costellato di svettanti cipressi e olivi argentati.

Tenete la destra e seguite Str. Sotto Valzuane per 350 metri all’ombra della florida vegetazione arborea. Girate a sinistra in Vicolo Villa e procedete per 900 metri fino all’incrocio con la strada provinciale. Attraversate la strada e continuate lungo Str. Villa e Str. Tre Contre’ per 700 metri, attraversando il placido panorama campestre cavaionese ammantato da vitigni.

All’incrocio svoltate a sinistra e procedete per 1,1 km lungo Strada Preela Zanoni. Alla rotonda prendete la terza uscita e seguite Via Berengario per 450 metri, svoltate a sinistra, poi tenete la destra in Via Battisti e proseguite lungo Via Roma fino a tornare in Piazza della Chiesa.

La bastia di San Michele

Situato in Via Calcarara, il sito archeologico sorge su due terrazzamenti erbosi posti sulla sommità di un’altura boscosa, dalla cui posizione strategica si domina con lo sguardo lo straordinario panorama della Valdadige. Fondato dai longobardi su un insediamento preistorico, l’antico complesso murato presenta nel livello inferiore un luogo di culto dedicato a San Michele, risalente al IX secolo. Il livello superiore era occupato da una serie di edifici trecenteschi concepiti con ogni probabilità per ospitare una comunità religiosa.

Se vi chiedete cosa fare a Cavaion Veronese, l’Archeoparco Bastia San Michele è uno dei punti di riferimento storici e naturalistici più significativi e affascinanti del comune.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine
Booking.com

Leggi anche

SPONSOR

Descrizione dell'immagine