HomeComuni del VenetoCosa fare a Sant'Ambrogio di Valpolicella (VR): 3 idee

Cosa fare a Sant’Ambrogio di Valpolicella (VR): 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Sant’Ambrogio di Valpolicella: la sagra di Pasqua, la pieve di San Giorgio Martire, giro in bicicletta a Sant’Ambrogio di Valpolicella. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Sant’Ambrogio di Valpolicella?

Il comune di Valpolicella confina a nord con Dolcè, a sud con Pescantina, a est con Fumane e San Pietro in Cariano, a ovest con Rivoli Veronese, Dolcè, Cavaion Veronese e Pastrengo.

La sagra di Pasqua a Sant’Ambrogio di Valpolicella

L’edizione 2024 della sagra pasquale di Sant’Ambrogio di Valpolicella è prevista da venerdì 29 marzo a lunedì 1 aprile.

In occasione della sacra festività, l’area fieristica ambrosiana si anima di spaziose e comode tendostrutture nelle quali è possibile assaporare tipicità culinarie, sia goderecce che gourmet, da abbinare a eccellenze enogastronomiche locali, dall’Amarone al Recioto.

La solennità della santa messa si concilia con l’atmosfera vivace, spensierata e coinvolgente di una vivace fiera paesana durante la quale potete dissetarvi con freddi boccali di birra e scatenarvi al ritmo di musica rock, pop e disco.

Se vi chiedete cosa fare a Sant’Ambrogio di Valpolicella, la sagra di Pasqua è un’opportunità per trascorrere la stagione primaverile in buona compagnia all’insegna di musica dal vivo, serate di sanza, specialità culinarie ed escursioni tra i fertili colli della Valpolicella alla scoperta delle preare, ovvero le suggestive cave di calcare di cui il territorio della Lessinia è costellato.

Per maggiori informazioni in merito alla tradizionale celebrazione è possibile consultare la pagina Facebook Sant’Ambrogio in festa Sagra di Pasqua.

La pieve di San Giorgio Martire

Situata in Piazza della Pieve, 22, la pieve di San Giorgio Martire è armoniosamente inserita nel cuore dell’incantevole borgo di San Giorgio, adagiato sulla dorsale di un rilievo soleggiato che si estende a sud del Monte Solane.

Edificata sulle fondamenta di un luogo di culto longobardo, la pieve millenaria è internamente divisa in tre navate scandite da ampie arcate a tutto sesto sorrette da colonne e pilastri.

Alle tre navate, la centrale delle quali è larga il doppio rispetto alle laterali, corrispondono altrettanti absidi. L’abside centrale reca tre monofore con archi a tutto sesto, quelle laterali presentano ciascuna una monofora, anch’essa coronata da un arco a tutto sesto.

Uno degli elementi più affascinanti del complesso architettonico è il chiostro collegato al lato est della chiesa, al fianco della torre campanaria, che incornicia un grazioso giardino.

Se vi chiedete cosa fare a Sant’Ambrogio di Valpolicella, la pieve di San Giorgio Martire è uno dei più affascinanti monumenti di architettura romanica del veronese.

Giro in bicicletta a Sant’Ambrogio di Valpolicella

Il punto di partenza del breve itinerario è il parcheggio in Piazza Vittorio Emanuele II. Lasciate alle vostre spalle la sede municipale di Sant’Ambrogio di Valpolicella e procedete a est in Viale Rimembranza. All’incrocio con Viale dell’industria svoltate a sinistra, poi subito a destra in Via Corgnan, affiancando i maestosi cipressi che ombreggiano il monumento ai donatori di sangue.

Procedete per 1,7 km Via Corgnan e Via Pigna fino alla rotonda. Prendete la terza uscita e seguite Via Giare e Via Lavelli per 900 metri, poi tenete la sinistra e attraversate Piazza Dante Alighieri in direzione della chiesa parrocchiale di Santa Maria della Misericordia.

Svoltate a sinistra e seguite Via XXV Aprile per poco più di 1 km, poi potete fermarvi su uno spiazzo dalla cui posizione privilegiata si domina con lo sguardo una veduta mozzafiato della vasta pianura veronese scandita da floridi vigneti e incorniciata da gentili declivi punteggiati di olivi argentati.

Proseguite a nord lungo Via Case Sparse Conca d’oro per 1,1 km, poi imboccate Strada Garibaldi alla vostra destra. La sinuosa strada asfaltata conduce al centro storico dell’antico borgo di pietra incastonato su un’altura rocciosa. Dopo aver visitato la Pieve di San Giorgio Martire, attraversate Piazza della Pieve e prendete Via della Torre alla vostra destra.

All’incrocio svoltate a sinistra in Viale Caduti sul Lavoro e continuate lungo Via Panoramica e Via Case Sparse Conca d’Oro, dopodiché ripercorrete la strada a ritroso per tornare al punto di partenza.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine
Booking.com

Leggi anche

SPONSOR

Descrizione dell'immagine