HomeComuni del VenetoCosa fare a Sarego in provincia di Vicenza: 3 idee

Cosa fare a Sarego in provincia di Vicenza: 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Sarego: la sagra dell’Assunta, la chiesa di Santa Maria Assunta, l’itinerario panoramico tra i colli. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Sarego?

Il comune di Sarego confina a nord est con Brendola, a nord ovest con Montebello Vicentino, a sud con Lonigo, a est con Brendola e Val Liona, a ovest con Montebello Vicentino e Lonigo.

La sagra dell’Assunta

I tradizionali festeggiamenti hanno luogo ogni anno nella metà di agosto, ma la sagra si svolge anche nei giorni precedenti e successivi a questa data. L’edizione 2022 si è tenuta dall’11 al 16 agosto in piazza Don Stefano Lago.

La ricorrenza concilia le solenni cerimonie dell’Assunzione della Beata Vergine, nella parrocchia di Sarego, con l’atmosfera estroversa e gioviale di una fiera d’altri tempi dedicata a musica dal vivo e specialità che valorizzano l’eccellenza e la salubrità della gastronomia locale.

Appuntamento consigliato per i buongustai, in particolare per gli amanti di specialità ittiche, l’evento prevede appetitose portate, da succulente fritture di pesce a spaghetti alle vongole, che potrete assaporare all’interno di ampie e comode tensostrutture, senza dimenticare squisite grigliate di carne da accompagnare con fette di polenta fumante e patate fritte.

A rallegrare ulteriormente le calde serate della bella stagione vi saranno esibizioni musicali di talentuosi gruppi tributo, una pista da ballo in cui potrete danzare il liscio grazie ad impeccabili orchestre e, per chi vuole scatenarsi al ritmo di percussioni travolgenti e ipnotiche, non mancheranno elettrizzanti concerti di abili DJ.

A rendere la celebrazione ancor più emozionante saranno gli sgargianti spettacoli pirotecnici che si stagliano brillanti sul cielo notturno.

Se vi chiedete cosa fare a Sarego e desiderate trascorrere la giornata di ferragosto tra calici di vino, boccali di birra e tipicità culinarie da far venire l’acquolina in bocca nella radiosa cornice rurale di una tranquilla cittadina immersa nella pianura vicentina racchiusa dall’elegante profilo di fiorenti rilievi boscosi, partecipare alla sagra dell’Assunta è un’occasione da non perdere!

La chiesa di Santa Maria Assunta

Uno dei più significativi punti di riferimento architettonici e culturali del comune di Sarego, la chiesa di Santa Maria Assunta è situata in Via Chiesa, 7, erta su un’altura dalla cui sommità si domina con lo sguardo la sconfinata pianura seraticense scandita da dense siepi di salici, castagni, lecci, ciliegi e scuri cipressi svettanti lungo candidi viali che separano le vaste estensioni di granturco dai campi punteggiati di pallidi olivi.

La formidabile mole del luogo di culto neoclassico di distingue per una maestosa facciata a doppio spiovente ritmata verticalmente da quattro colossali semicolonne di ordine composito che dividono il fronte in tre settori, nel centrale dei quali, di dimensioni più ampie, si apre il massiccio portale ligneo sormontato da un timpano triangolare sorretto da sinuose mensole.

Al di sopra del portone, affiancato da nicchie che ospitano le statue di due santi, si staglia una raffigurazione in bassorilievo dell’Assunzione di Maria inserita in una cornice ottagonale.

A concludere lo sviluppo verticale della struttura è l’imponente frontone triangolare dentellato coronato da una croce di pietra ai cui lati si elevano due statue.

Itinerario panoramico

Il punto di partenza del percorso consigliato è il parcheggio in corrispondenza degli impianti sportivi in Via Valle (45.408859818187636, 11.410117891889573). Procedete lungo Via Valle in direzione nord ovest fino all’incrocio con Via del Poggio. Svoltate a destra e procedete lungo Via del Poggio e Via S. Eusebio per 550 metri attraverso un folto corridoio di fronde, poi tenete la destra in Via S. Eusebio.

Giunti al bivio, tenete la destra in Via Rocchetta. Seguite Via Rocchetta per 1,4 km tra soleggiati campi di mais, floridi vigneti e alberi da frutto. Svoltate a sinistra in Via Grotte, dopo 190 metri tenete la destra in Via Monte Paolina lungo graziosi muriccioli a secco che affiancano pittoreschi caseggiati rustici. Dopo 1 km svoltate a destra in Via Valle S. Giovanni.

Dopo 500 metri tenete la destra in Via Monte Calonghe circondati da olivi dagli scuri tronchi nodosi presso una splendida quercia. Procedete per 800 metri lungo Via Monte Calonghe e Via Monte Pimpo, poi svoltate a destra in Via Rocca. Seguite Via Rocca per 1,3 km tra vivaci declivi solcati da vigneti e svoltate a destra. Seguite Via Rocca per 190 metri, poi tenete la sinistra in Via Rocca e proseguite per Via Crosetta fino a raggiungere il segnale di stop in Via Grotte (45.40329307106505, 11.406667559787351).

Tenete la sinistra in Via Grotte, poi, superato il camposanto, girate a destra in Via Chiesa. Passate dietro la chiesa lungo il sentiero che sfocia in Via Valle. Tenete la destra, lasciate alla vostra destra l’osteria al Brolo e proseguite lungo Via Valle fino a tornare al punto di partenza.

Se vi chiedete cosa fare a Sarego e desiderate intraprendere un incantevole cammino panoramico che si snoda tra erbosi pendii collinari da cui poter contemplare favolose vedute della campagna vicentina ammantata di lussureggiante vegetazione boschiva, costellata di olivi argentati e solcata da ordinati vigneti, questo è solo uno dei numerosi percorsi che vi faranno apprezzare il patrimonio naturalistico del comune.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Ad

Descrizione dell'immagine

Leggi anche

Ad

Descrizione dell'immagine