HomeComuni del VenetoCosa fare a Trissino in provincia di Vicenza: 3 idee

Cosa fare a Trissino in provincia di Vicenza: 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Trissino: la sagra del Rosario, la sagra a San Benedetto, il sentiero delle Bastie. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Trissino?

Il comune di Trissino confina a nord con Brogliano, a sud con Arzignano, a sud est con Montecchio Maggiore, a sud ovest con Nogarole Vicentino, a est con Castelgomberto e Montecchio Maggiore, a ovest con Nogarole Vicentino.

La sagra del Rosario

Nel 2022 la sagra del Rosario si è tenuta il 23, 24, 25, 30 settembre, l’1 e il 2 ottobre.

Alla solennità delle cerimonie liturgiche in onore del santo la ricorrenza associa il clima festoso delle sagre popolari d’altri tempi che si terranno in corrispondenza della chiesa parrocchiale in Piazza G. Giorgio Trissino, 3. Nelle grandi e comode tensostrutture potrete gustare prelibate specialità culinarie della tradizione vicentina. Il programma prevede coinvolgenti esibizioni musicali e laboratori che illustrano e tramandano i giochi a cui si dedicavano i nostri avi quando erano bambini.

Se vi chiedete cosa fare a Trissino e desiderate trascorrere l’inizio dell’autunno all’insegna di serate di liscio, eccellenze vinicole autoctone, tipicità gastronomiche di prima scelta, da ghiotte portate di carne sfrigolanti alla griglia e fette di polenta fumante a piatti di bigoli al ragù d’anatra, partecipare alla sagra del rosario sarà un’occasione da non perdere!

La sagra a San Benedetto

L’edizione 2023 si svolgerà i giorni 7, 8, 9, 14, 15, 16 luglio in corrispondenza della Piazza G. G. Trissino, 10, 36070 Trissino (VI).

Ad animare le calde serate della bella stagione vi saranno esibizioni teatrali, spettacoli di danza e di illusionismo, l’immancabile pesca di beneficenza e naturalmente pietanze da far venire l’acquolina in bocca, dagli squisiti bigoli al pomodoro a succulente braciole, salsicce e costine ai ferri, solo per menzionare alcune delle appetitose ricette del ricco menù della festa.

Per tenervi sempre aggiornati in merito al prossimo appuntamento dell’evento si invita a consultare la pagina Facebook: Sagra a San Benedetto di Trissino.

Il sentiero delle Bastie

Il punto di partenza dell’itinerario è il parcheggio in Piazza Mazzini. Procedete verso ovest in Via Dalle Ore fino all’incrocio con Via Fontanelle. Svoltate a destra e percorrete Via Fontanelle per 70 metri, dopodiché svoltate a sinistra in Via S. Antonio. Dopo 100 metri svoltate a destra in Via Sant’Antonio. Dopo 150 metri troverete alla vostra destra, presso un Sommacco Maggiore dai fiori raggruppati in pannocchie erette che in autunno assumono un’intensa tonalità rosso fuoco, uno scosceso itinerario erboso scandito da gradini di pietra che si inerpica sulle pendici del colle.

Se avete premura di voltarvi a sud prima di imboccare il sentiero, potrete abbracciare con lo sguardo la vasta pianura, racchiusa all’orizzonte dal lontano profilo dei maestosi colli, disseminata di caseggiati circondati da campi sconfinati solcati da siepi di salici, pioppi, platani e acacie.

Il tracciato costeggia il fianco della verde altura alberata in direzione ovest, passa affianco al camposanto e sbuca in una strada asfaltata. Svoltate a sinistra e procedete lungo Via Pianacattiva di Mezzo per 230 metri, poi tenete la destra e salite la strada asfaltata che conduce alla via sterrata del sentiero Pianacattiva.

A questo punto (45.57601678891254, 11.357383910010148) tenete la sinistra, superate contrà Maghi, e continuate fino all’intersezione in Via Piana Cattiva Bassa. Svoltate a sinistra e procedete lungo Via Piana Cattiva Bassa per 350 metri e tenete a destra. All’incrocio con Via Munaretti svoltate a destra e procedete per 300 metri, poi svoltate a destra in Via dei Mulini. Seguite Via dei Mulini per 300 metri lungo il limpido torrente Arpega, poi svoltate a destra.

Procedete per circa 260 metri lungo la sinuosa strada asfaltata che attraversa una piacevole estensione erbosa da cui svetta un maestoso pioppo nero, dopodiché tenete la destra e continuate a nord ovest per 750 metri, affiancati dalle chiome di floridi gelsi.

All’incrocio svoltate a destra e procedete lungo Via S. Nicolò per 2 km tra rigogliosi vigneti, acacie, aceri campestri e muretti ammantati di folta vegetazione infestante.

A questo punto (45.57020333580055, 11.366260511313799), svoltate a destra e procedete fino all’intersezione in Via Pianacattiva di Mezzo. All’incrocio girate a sinistra e dopo circa 70 metri imboccate il sentiero alla vostra destra e scendete il pendio alberato.

Raggiunta la strada asfaltata (45.568635, 11.362066) continuate lungo Via delle Bastie fino all’incrocio. Svoltate a sinistra e procedete per 950 metri lungo Via Munaretti e Via delle Carrare. All’incrocio con Via Fontanelle e Via Verona, svoltate a sinistra e proseguite in Via Dante Alighieri fino a tornare in Piazza Mazzini.

Se vi chiedete cosa fare a Trissino, questo itinerario è ideale per chi è alla ricerca di una località amena e silenziosa in cui contemplare spettacolari vedute panoramiche di verdi declivi punteggiati di lontani e minuscole casette avvolte dal paesaggio agreste di vivaci colline tondeggianti costellate di olivi argentati.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Booking.com

Leggi anche

SPONSOR

Descrizione dell'immagine