HomeComuni del VenetoCosa fare ad Angiari in provincia di Verona: 3 idee

Cosa fare ad Angiari in provincia di Verona: 3 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare ad Angiari: la sagra e fiera di San Michele Arcangelo, la sagra degli asparagi, giro in bicicletta ad Angiari. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Angiari?

Il comune di Angiari confina a nord con Roverchiara, a sud con Legnago, a est con Bonavigo, a ovest con San Pietro di Morubio e Cerea.

La sagra e fiera di San Michele Arcangelo

Il calendario liturgico celebra San Michele Arcangelo il 29 settembre.

L’edizione 2023 della sagra di San Michele Arcangelo ha avuto luogo da venerdì 22 a martedì 26 settembre in corrispondenza di Piazza Municipio, 169.

Occasione consigliata per le buone forchette, la sagra paesana prevede comode e spaziose tendostrutture nelle quali è possibile assaporare pietanze goderecce da far venire l’acquolina in bocca, da succulente braciole, costine, salsicce alla griglia, polli alla brace, risotti alla veneta e lasagne all’anatra a squisiti arrosticini serviti con fette di polenta alla piastra e patatine fritte. Protagonista indiscusso del menù è il prelibato cotechino, da gustare con qualità vinicole del territorio e freddi boccali di birra.

Se vi chiedete cosa fare ad Angiari, la sagra e fiera di San Michele Arcangelo è un’iniziativa ideale per chi desideri scoprire il folclore di un’incantevole cittadina rurale della Bassa Veronese attraverso serate danzanti, musica dal vivo, eccellenze vinicole locali e piatti invitanti realizzati con prodotti del territorio.

Per maggiori informazioni in merito alla sagra e fiera di San Michele Arcangelo si consiglia di consultare la pagina Facebook Conciati per le feste | Verona.

La sagra degli asparagi

Nel 2023 la sagra degli asparagi ha avuto luogo da venerdì 19 a martedì 23 maggio nel cuore di Angiari.

La manifestazione si svolge durante la stagione di raccolta di uno dei prodotti più distintivi, autentici e deliziosi del territorio veronese, specialmente nel territorio fertile e argilloso attraversato dal fiume Adige.

Il germoglio carnoso del pregiato ortaggio delle Asparagaceae si distingue per un colorito che varia dal bianco al verde al viola, in base all’esposizione alla luce solare. L’inconfondibile e delicato sapore dolce dell’asparago si presta ottimamente per la preparazione di risotti, gnocchi, lasagne e sformati da abbinare ad eccellenze vinicole locali.

Se vi chiedete cosa fare ad Angiari, la sagra degli asparagi si svolge all’insegna di serate danzanti con orchestre, concorsi di pittura, parchi di divertimento e tipicità enogastronomiche da leccarsi i baffi.

Per essere sempre aggiornati in merito ai prossimi appuntamenti della sagra degli asparagi, è possibile visitare la pagina Facebook Conciati per le feste | Verona.

Giro in bicicletta ad Angiari

Il punto di partenza dell’itinerario è il parcheggio del Parco Dr. Mario Segala in Via Don Calabria. Lasciate l’ingresso del parco alle vostre spalle, procedete a destra fino alla rotonda e prendete la seconda uscita. Continuate per circa 550 metri fino alla rotatoria successiva. Prendete la terza uscita e percorrete Via Paina per 300 metri, dopodiché imboccate la pista ciclabile in fondo alla strada. Poco prima del sottopasso, svoltate a sinistra nella stradina asfaltata che conduce alla sommità dell’argine, dalla cui posizione privilegiata si scorgono vedute mozzafiato dell’Adige e della lussureggiante vegetazione che cresce lungo le sue sponde.

Dopo 3,4 km, imboccate la stradina asfaltata che discende l’argine, poi tenete la sinistra fino all’incrocio. Girate a sinistra in Via Santa Croce. Dopo circa 600 metri imboccate la pista ciclabile alla vostra sinistra. Al termine della pista ciclabile tenete la sinistra e seguite Via Santa Croce per altri 300 metri. All’incrocio svoltate a destra e procedete fino all’intersezione con Via Lungo Bussè. Attraversate la strada e da Via delle Risaie imboccate la pista ciclabile alla vostra sinistra.

Seguite la pista ciclabile che si snoda parallelamente al fiume Bussè all’ombra di acacie, salici, pioppi e platani. Dopo 2,2 km svoltate a sinistra e immettetevi nella rotonda. Prendete la terza uscita e imboccate la pista ciclabile che vi riporterà in Via Don Calabria e al Parco Dr. Mario Segala.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Ad

Descrizione dell'immagine

Leggi anche

Ad

Descrizione dell'immagine