HomeCulturaArteParrocchia di Santa Maria Assunta a Varago

Parrocchia di Santa Maria Assunta a Varago

Dove si trova la chiesa di Santa Maria Assunta a Maserada sul Piave?

La parrocchia di Santa Maria Assunta si trova in Via Don Pastega, 5, 31052 Varago di Maserada sul Piave (TV)

La struttura della parrocchia Santa Maria Assunta a Maserada sul Piave

La parrocchia di Varago presenta una navata unica lungo la quale sono state ricavate due nicchie per i confessionali e quattro cappelle in cui gli altari, collocati in posizione sopraelevata, sono accessibili attraverso gradini in marmo rosso.

Vetrate policrome nella parrocchia di Santa Maria Assunta

Altari e sculture sacre

La pavimentazione

Il pavimento della chiesa si contraddistingue per un suggestivo disegno geometrico a scacchiera formato da pregiate lastre di marmo bianco e rosso.

La facciata

Quattro lesene culminanti con un finto capitello ionico poggiano ognuna su un massiccio piedistallo modanato. Le colonne decorative scandiscono la facciata in tre settori riccamente affrescati con scene bibliche ed evangeliche. Al centro della facciata è collocato il portale d’accesso sormontato da un elegante timpano. Al di sopra delle lesene spicca la candida trabeazione classica dal timpano dentellato, ornato in corrispondenza dei vertici da tre statue raffiguranti la Madonna, in posizione sommitale, e due Santi collocati lateralmente.

Il campanile

Il maestoso campanile della parrocchia di Santa Maria Assunta a Varago di Maserada sul Piave poggia su un massiccio basamento. La torre campanaria in laterizio è ornata da lesene raccordate da archetti pensili. Le campane sono visibili attraverso bifore ricavate nella cella campanaria sormontata dalla cuspide a base ottagonale.

Quando venne costruita la parrocchia di Santa Maria Assunta?

L’attuale chiesa fu realizzata dove sorgeva il precedente luogo di culto, distrutto dai devastanti bombardamenti della Grande Guerra.

Pietro del Fabro

Nato a Moruzzo in Friuli-Venezia Giulia nel 1893. Conseguito il diploma di laurea nel 1929, esercitò la professione di architetto fino all’anno della sua morte nel 1971.
Tra gli edifici monumentali di maggior rilievo da lui ideati meritano di essere menzionati:

  • Il cimitero monumentale di Verona edificio a base ottagonale sormontato da una cupola di cemento al cui interno sono custoditi i resti di 3989 caduti della prima guerra mondiale. Il Sacrario è preceduto da un solenne pronao in cui quattro colonne di ordine dorico sorreggono la trabeazione recante sul fregio l’iscrizione latina MORTUIS IN BELLO MCMXV MCMXVIII. 
  • l’ossario di Bassano del Grappa: il grandioso edificio in gotico veneziano a croce latina, distinto da una grande cupola ottagonale cui si accostano due campanili di 60 mt. La facciata è scandita da quattro paraste che ne anticipano il profilo a salienti. Al di sopra dei tre portali di accesso, dei quali quello centrale è di dimensioni superiori, si stagliano tre rosoni: quello centrale con diametro di dieci metri, quelli laterali di misura inferiore.
  • Il Sacrario militare di Fagarè Situato in Via Postumia Est, 89, 31048, San Biagio di Callalta, il Sacrario è un candido edificio marmoreo realizzato in stile neoclassico degli anni trenta del XIX secolo. Il monumento presenta un ampio porticato a forma di esedra recante al centro nove navate con volte a tutto sesto. La cappella collocata nella navata centrale è ornata dal mosaico l’Apoteosi e dalle sculture bronzee che rappresentano “Angeli in Preghiera”. Le navate laterali accolgono i resti dei Caduti nelle battaglie del Piave.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Per categoria

spot_img