HomeComuni del VenetoCosa fare a Noventa di Piave in provincia di Venezia: 4 idee

Cosa fare a Noventa di Piave in provincia di Venezia: 4 idee

Scopri cosa fare a Noventa di Piave: Piazza Vittorio Emanuele, la chiesa di San Mauro Martire, il parco fluviale, il percorso lungo il Piave. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Noventa di Piave?

Il comune di Noventa di Piave confina a nord con Salgareda, a sud est con San Donà di Piave, a sud ovest con Fossalta di Piave, a est con Zenson di Piave, a ovest con San Donà di Piave.

Giro in bicicletta a Noventa di Piave e San Donà di Piave

L’itinerario consigliato ha inizio da Piazza Vittorio Emanuele. In alternativa si può parcheggiare presso l’antico porto fluviale di Noventa (45.66034304229458, 12.52787742368779). Dal parcheggio di Piazza Vittorio Emanuele attraversate le strisce pedonali e raggiungete la chiesa di San Mauro Martire e dello svettante campanile.

La maestosa mole del luogo di culto, in mattoni faccia a vista, è accessibile tramite un massiccio portone ligneo affiancato da monofore e anticipato da una bella area porticata scandita da tre archi a tutto sesto sorretti da colonne poggianti su alti basamenti.

Ritmata da possenti paraste, la chiesa reca al centro della facciata un grande rosone circolare ed è ornata da una serie di archetti pensili che assecondano il profilo del cornicione.

Di notevole interesse architettonico è lo svettante campanile a base quadrata che troneggia nel cuore di Noventa. Scandito da lesene che conferiscono slancio alla struttura, il fusto reca quattro grandi orologi, uno per lato, collocati al di sotto della cella campanaria, la quale presenta quattro eleganti bifore in pietra bianca sopra le quali si staglia il tamburo ottagonale percorso da monofore, coronato da merli guelfi e circondato da un suggestivo parapetto.

A concludere lo sviluppo verticale della torre campanaria è la suggestiva cuspide conica culminante con una croce metallica.

Lasciate alla vostra destra la chiesa incorniciata da scuri cipressi e percorrete Via Piave, strada lastricata di sanpietrini sulla quale si affacciano bar e ristoranti porticati e variopinte abitazioni in stile liberty.

Al termine di Via Piave, attraversate l’argine e svoltate a destra in direzione della bianca stradina del parco fluviale.

Tenendo la sinistra, seguite l’itinerario che delimita la vasta area verde da cui potete godere dell’incantevole panorama del Piave e della florida vegetazione arborea di pioppi bianchi, acacie e ontani lambiti dalle sue acque.

Tornati al parcheggio del parco procedete in direzione del grande pioppo che sorge in corrispondenza di un bivio: a destra si trova l’antico porto fluviale di Noventa di Piave di origini millenarie, a sinistra il percorso ciclopedonale, percorribile anche a cavallo, che asseconda il corso del fiume sacro alla patria.

Imboccate il candido itinerario ciclopedonale che si snoda parallelamente a Via Argine assecondando l’andamento serpeggiante delle anse del Piave. Lungo l’itinerario si intravede, osservando attentamente attraverso le fronde degli alberi, l’incantevole polmone verde del parco fluviale di Fossalta.

Percorrete il verde e pacifico sentiero per circa 9 km fino all’uscita della pista ciclabile in corrispondenza di Ponte della Vittoria. A questo punto potete visitare il parco fluviale oppure visitare il centro storico del comune di San Donà di Piave. In alternativa potete seguire Corso Silvio Trentin per 650 metri fino alla rotonda in corrispondenza di Villa De Faveri, prendere la seconda uscita e fare ritorno al centro di Noventa di Piave andando sempre diritto tramite Viale Giuseppe Garibaldi, Via Noventa e Via Roma.

Se vi chiedete cosa fare a Noventa di Piave e desiderate esplorare amene località immerse nel verde ricche di biodiversità faunistica, arborea e vegetale e visitare l’incantevole centro storico costellato di antichi e raffinati edifici, sia sacri come la chiesa di San Mauro Martire e la chiesa del Sacro Rosario, sia civili come il pittoresco Ex Palazzo della Società della ghiaia del Piave, una visita a questo affascinante comune in provincia di Venezia è certamente consigliata.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Per categoria

spot_img