HomeComuni del VenetoCosa fare a Ponzano Veneto: 5 cose da fare

Cosa fare a Ponzano Veneto: 5 cose da fare

Scopri cosa fare a Ponzano Veneto in provincia di Treviso: il palio dei mezzadri, parchi naturali e urbani, Villa Manolesso Ferro, Villa Minelli, Chiesa di San Leonardo. Ma prima…

Dove si trova Ponzano Veneto?

Il comune di Ponzano Veneto confina a nord con Povegliano, a nord est con Villorba, a nord ovest con Volpago del Montello, a sud con Treviso, a est con Villorba, a ovest con Paese.

Sagra di Ponzano

Quando si tiene la sagra di Ponzano?

Questo 2022 la sagra di Ponzano si svolge dal 26 maggio al 5 giugno.

I festeggiamenti avranno inizio con l’apertura dei grandi padiglioni gastronomici, in cui potrete gustare tipicità del territorio, in particolare pietanze di carne alla griglia e alla brace nonché specialità di vino e birra per rinfrescare le calde serate che anticipano la stagione estiva.

Ad animare la comunità di Povegliano, oltre alle luci del parco divertimenti dedicato ai bambini, la sagra prevede anche sfrenati eventi musicali di musica rock e un tributo dedicato a Vasco Rossi.

Il 29 maggio avrà inizio invece l’appassionante Palio delle Contrade.

Per maggiori informazioni in merito alle numerose iniziative, alle date e agli orari della sagra, si consiglia di consultare la pagina Facebook della sagra di Ponzano.

Parchi naturali

Località naturalistiche particolarmente suggestive ed indicate per chi desidera svolgere attività fisica all’aperto sono la fattoria di Geronimo, azienda agricola didattica situata in Via del Bellato, 27/X a Merlengo. La fattoria insegna ai più giovani i valori del rispetto della natura e dell’importanza di vivere in armonia con l’ecosistema e con il vasto patrimonio di biodiversità vegetale e faunistico che lol popola. per maggiori informazioni si consiglia di consultare il sito www.ilrifugiodigeronimo.it

Situato in Via Ruga, il parco urbano di Ponzano è un radioso polmone verde sottratto alla cementificazione che permette fare tranquille passeggiate e trascorrere del tempo a contatto con la natura. L’area verde dispone di un campo da calcio, in prossimità del quale si trova l’orto urbano, e di un percorso per fare attività fisica leggera.

In corrispondenza dell’ Auditorium la casa dei Mezzadri, nei ressi della biblioteca comunale, il parco comunale è un piacevole fazzoletto di terra ben curato in cui ci si può sedere in una panchina all’ombra di numerosi alberi.

Villa Manolesso Ferro

Immersa in vastissimo podere agricolo a Merlengo, in Via Talponera 47, villa Manolesso Ferro è un’esempio di architettura  veneta di fine Cinquecento caratterizzata da un aspetto al tempo stesso sobrio ed elegante.

Il corpo centrale è affiancato da una barchessa, elemento tipico delle ville di natura rustica, e presenta in tutto due entrate, una in asse con il corpo padronale, la seconda che dà accesso alla barchessa.

Il corpo principale, sviluppato su due piani, presenta una copertura a padiglione, mentre al di sopra del cornicione è collocato il timpano triangolare.

Tra il cornicione e le finestre è possibile inoltre ammirare una serie raffinata di busti litici con funzione decorativa.

Villa Minelli

Nobile complesso architettonico del Seicento, villa Minelli si inserisce armoniosamente nell’atmosfera campestre che caratterizza l’ambiente di Ponzano Veneto.

Il maestoso edificio storico, riportato allo splendore originale grazie ad accurate operazioni di restauro eseguite negli anni Settanta e Novanta del Novecento, è immerso nella splendida quanto ampia vigna in cui filari di Merlot si estendono per cinque mila metri quadrati, mentre la varietà Carménère è coltivata nell’area esterna.

Chiesa di San Leonardo

Antica chiesa di Ponzano Veneto, le origini della parrocchia di Ponzano hanno le loro radici nella seconda metà del XVIII secolo, mentre il campanile cui è affiancata risale al periodo a cavallo tra il XVI e XVII secolo.

Il valore del complesso ecclesiastico non si riduce tuttavia all’aspetto architettonico, bensì all’inestimabile raccolta di opere scultoree e pittoriche custodite al suo interno, come la pala raffigurante la Madonna con il Bambino ed i Santi Leonardo e Rocco, realizzata nel XVI secolo. Il Trionfo dell’Eucaristia è invece la scena affrescata nel soffitto della chiesa, ancora ben conservata pur risalendo alla prima metà del XIX secolo, grazie alla magistrale esecuzione dell’artista veneto Sebastiano Santi.

L’altare maggiore ospita invece le sculture dei Santi Domenico Guzman, presbitero spagnolo fondatore dell’Ordine dei frati predicatori, e Rosa da Lima, religiosa del terz’ordine domenicano e santa patrona del Perù.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Per categoria

spot_img