HomeComuni del VenetoCosa fare a Cervarese Santa Croce (PD): 4 idee

Cosa fare a Cervarese Santa Croce (PD): 4 idee

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Scopri cosa fare a Cervarese Santa Croce: la festa del Bò, il castello di San Martino della Vaneza, il parco del castello, il palio dello sparviero. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Cervarese Santa Croce?

Il comune di Cervarese Santa Croce confina a nord con Montegalda, a sud con Teolo, a est con Veggiano, Saccolongo e Teolo, a ovest con Montegaldella e Rovolon.

La festa del Bò

La vivace ricorrenza popolare si svolge ogni anno nel mese di settembre. L’edizione 2022 della festa ha avuto luogo da giovedì 1 a martedì 6 settembre presso la chiesa dell’esaltazione della Santa Croce in Via Roma, 27.

Come ogni anno, in occasione della tradizionale manifestazione vengono allestite spaziose aree di ristorazione nelle quali sarà possibile assaporare specialità di carne alla griglia, costate di manzo, risotti, gnocchi e pasta fatta in casa, dai bigoli al pomodoro agli strozzapreti al ragù d’anatra.

Protagonista indiscusso dell’evento è il succulento bue allo spiedo, da cui la celebrazione prende appunto il nome. Un bovino di quasi trecento chili, speziato e avvolto in carta stagnola, viene lentamente cotto per quasi un giorno sul fuoco scoppiettante, uno spettacolo per la vista ed il palato!

Se vi chiedete cosa fare a Cervarese Santa Croce e desiderate immergervi nell’atmosfera gioviale e spensierata di un’antica manifestazione all’insegna di musica dal vivo, spettacoli di cabaret, parchi divertimento e tipicità gastronomiche da abbinare a qualità vinicole del territorio e freddi boccali di birra, la festa del Bò potrebbe essere l’evento adatto a voi!

Per essere sempre aggiornati in merito al programma del prossimo appuntamento della sagra si consiglia di visitare la pagina Facebook Festa del Bò.

Il castello di San Martino della Vaneza

Situata in Via S. Martino, 23, la maestosa fortificazione medievale è uno dei monumenti più rappresentativi del comune.

La rocca sorge nell’incantevole scenario agreste cervaresano scandito da floridi campi di frumento e di granturco lambiti dal serpeggiante corso del Bacchiglione, le cui sponde erbose sono disseminate di rigogliosi esemplari di pioppi, salici e carpini.

Sopravvissuta alle distruzioni di Ezzelino III Da Romano, feroce condottiero vissuto tra i secoli XII e XIII, l’imponente mole della torre millenaria è coronata da un’elegante merlatura ghibellina sostenuta da beccatelli, la cui disposizione genera un suggestivo gioco di luci ed ombre.

Il perimetro del complesso architettonico è definito a est e ad ovest da due corpi di fabbrica con una copertura a doppio spiovente, a sud da una parete di pietra in cui si apre l’ingresso, concluso da una volta a tutto sesto, a nord da una parete ritmata da merli guelfi, nella quale è inglobato lo svettante mastio.

Ristrutturata dal nobile casato padovano dei da Carrara nella prima metà del XIV secolo, l’opera militare difensiva divenne, durante la dominazione veneziana, un fiorente porto fluviale per il trasporto di legname.

Per maggiori informazioni si consiglia di visitare la sezione relativa allo splendido castello, attualmente sede museale, nel sito comune.cervarese.pd.it.

Il parco del castello

Una delle località più fotogeniche del territorio, l’incontaminato giardino alberato è pervaso da un’atmosfera fiabesca che regala amene prospettive del panorama fluviale di Cervarese Santa Croce.

Serena oasi di pace in cui si respira aria di medioevo, la soleggiata distesa prativa rappresenta la località ideale sia per fare tranquille passeggiate immersi nel verde, sia per partecipare ad affascinanti rievocazioni storiche come il palio dello sparviero.

Il palio dello sparviero

Organizzata nella formidabile cornice storica del castello di San Martino della Vaneza, l’edizione 2023 dell’evento folclorico è iniziata venerdì 16 e terminerà venerdì 23 giugno. Ad animare le allegre giornate di festa vi saranno banchetti pantagruelici con gustose portate di carne, fiumi di birra e qualità vinicole del territorio. Il programma prevede laboratori artigianali, sgargianti spettacoli di sbandieratori e acrobati, esibizioni equestri e duelli mozzafiato tra cavalieri dalle armature scintillanti.

Per approfondire le vostre conoscenze in merito alla celebre battaglia della Fossa di San Martino e per rimanere sempre aggiornati in merito al prossimo appuntamento della manifestazione si consiglia di visitare il sito paliodellosparviero.it.

- SPONSOR - Descrizione dell'immagine

Ad

Descrizione dell'immagine

Leggi anche

Ad

Descrizione dell'immagine