HomeComuni del VenetoCosa fare a Montebelluna: 4 idee

Cosa fare a Montebelluna: 4 idee

Scopri cosa fare a Montebelluna: Parco di Villa Manin, Mercato Vecchio, il museo di storia naturale, il palio del vecchio mercato, ma prima…

Dove si trova Montebelluna?

Il comune di Montebelluna in provincia di Treviso confina a nord con Crocetta del Montello, a sud con Vedelago e Trevignano, a est con Volpago del Montello e Trevignano, a ovest con Cornuda, Caerano e Altivole.

Appassionato di sport?

Sorta a circa 20 chilometri da Treviso, Montebelluna è un vivace e fiorente centro industriale definito “città della scarpa sportiva” per via dello Sportsystem, un area industriale che conta al suo interno più di 400 aziende legate al mondo della calzatura sportiva. Tra i marchi che hanno sede nella zona ricordiamo Lotto, Geox e Diadora.

Palio del vecchio mercato

Quando e dove si svolge il palio del vecchio mercato?

Il palio del vecchio mercato di Montebelluna si Svolge ogni anno tra la fine di Agosto e l’inizio di settembre. Questo 2022, la 31° edizione del palio si terrà, dal 2 al 5 settembre in corrispondenza della barchessa Manin in Ca’ della Luna.

Le storiche Contrade partecipano ad una competizione che vede cinque atleti spingere un carro carico di prodotti dal municipio di Montebelluna sino a Piazza Colonna al Mercato vecchio, percorrendo quindi l’impervio sentiero di circa 2 km che separa il nuovo mercato da quello vecchio.

Occasione ideale per godersi le calde giornate che anticipano la stagione autunnale, il palio è una preziosa espressione del folclore secolare che distingue la vivace, colorata, dinamica, appassionante identità culturale secolare della comunità di questo incantevole comune incorniciato da lievi pendii verdeggianti a sud del suggestivo bosco de Montello.

Pur essendo una manifestazione relativamente recente, l’evento mantiene vive l’antica storia del paese percorrendo il secolare tragitto che collega il nuovo e il vecchio mercato di Montebelluna.

Altrettanto valore è attribuito alle specialità culinarie del territorio, tipicità che attestano la qualità dei prodotti e che potrete assaporare negli stand eno-gastronomici.

Per maggiori informazioni in merito al programma dell’evento e per tenervi aggiornati su ogni novità si consiglia di consultare il sito ufficiale del palio di Montebelluna.

Parco Villa Manin

Per gli appassionati di attività fisica all’aria aperta che si chiedono cosa fare a Montebelluna, Parco di Villa Manin è una località ideale per tranquille passeggiate a due passi dal centro in località Guarda, a circa metà strada tra la Stazione dei Treni e la Loggia dei Grani (cuore pulsante di Montebelluna, che con i suoi locali è meta di ritrovo per giovani e adulti della zona).

Mercato Vecchio

Uscendo dal centro una tappa imperdibile è il Mercato Vecchio, posto in cima ad una collina che domina la città. Dal centro di Montebelluna sono circa due chilometri di camminata, ma vale sicuramente la pena dare un’occhiata sia alla suggestiva mole dell’imponente Duomo, spettacolare chiesa neogotica di inizio Novecento, sia alla graziosa chiesa di Santa Maria, appollaiata su un verde colle da cui si può ammirare la vallata circostante.

Come raggiungere Mercato Vecchio?

Partendo da piazza Monsignor Furlan, con la facciata del Duomo alle spalle, svoltare in Via XXX Aprile e proseguite per 500 metri e svoltate a sinistra in Via A. Serena, da cui potete apprezzare la grande Piazza del Municipio incorniciata da locali ed edifici secolari come lo storico Bar Garibaldi.

Continuate su Via A. Serena fino a raggiungere Via Rampa Fra’ Enselmino, strada asfaltata più stretta affiancata da una bella siepe e da alti e scuri cipressi che si adagia sul rilievo accompagnando il visitatore ad una scalinata che conduce a Via del Mercato Vecchio.

Museo di Storia Naturale e Archeologia

Dove si trova il Museo di Storia Naturale e Archeologia?

Il museo di storia naturale e archeologia di Montebelluna si trova in Via Piave, 51.

Le undici sale espositive del Museo di Storia Naturale Montebelluna sono allestite al piano terra di Villa Biagi, antica abitazione signorile del XV secolo nella quale Andrea Barbarigio, mercante e proprietario della villa, si rifugiava per sfuggire alle frequenti epidemie di peste che all’epoca colpivano Venezia.

L’itinerario museale si articola nei sontuosi ambienti nella sontuosa residenza rurale illustrando le tappe del processo dell’evoluzione della razza umana tramite rarissimi reperti, archeologici che includono utensili, armi, e manufatti finemente decorati di origine millenaria, nonché rinvenimenti di diverse tombe che testimoniano la ricchezza del patrimonio culturale celtico e romano.

Per informazioni in merito agli ingressi e agli orari si consiglia di visitare il sito ufficiale del museo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Per categoria

spot_img