HomeComuni del VenetoCosa Vedere a Fonte in Provincia di Treviso: 3 idee

Cosa Vedere a Fonte in Provincia di Treviso: 3 idee

Scopri cosa vedere a Fonte in provincia di Treviso: il castello di Monte San Nicolò, la parrocchia di San Pietro Apostolo, la parrocchia della beata Vergine.

Dove si trova Fonte?

Il comune di Fonte confina a nord con Pieve del Grappa e Asolo, a sud con Riese Pio X, a est con Asolo, a ovest con San Zenone degli Ezzelini.

Immerso nello splendido contesto naturale dei colli Asolani-Ezzelini, le cui pendici verdeggianti sono racchiuse dalle acque del Piave e del Brenta, il comune di Fonte sembra adagiarsi sulle lievi pendenze di antichissimi rilievi geologici, la cui superficie appare costellata di testimonianze storiche, culturali, artistiche e naturalistiche di inestimabile valore, pronte ad essere esplorate e contemplate da chiunque sia pronto ad abbandonarsi al loro fascino.

Il Castello di Monte San Nicolò

Una delle testimonianze di maggior valore storico e culturale che si possono ammirare nel territorio di Fonte sono gli antichi resti di quella che un tempo costituiva una massiccia fortificazione eretta sulla sommità del monte San Nicolò.

Dell’imponente castello medievale è sopravvissuta una parte del perimetro murario in pietra e sulla cima del colle si possono ammirare le rovine della torre e una sezione ancora intatta del nobile castello.

La maestosa opera difensiva, che in origine doveva costituire un avamposto grazie alla posizione strategica e dominante in cui sorgeva, fu di proprietà della nobile stirpe dei Maltraversi, in seguito ceduta ai Camposampiero.

Dopo la tragica fine della famiglia degli Ezzelini, i cui ultimi componenti furono catturati nel 1260 dopo un lungo assedio e barbaramente uccisi in seguito lunghe torture, il possente complesso architettonico, che un tempo troneggiava sulla sommità del monte, venne ridotto in macerie.

Se vi chiedete cosa vedere a Fonte e non sapete resistere al fascino antico di possenti roccaforti millenarie che attestano la ricchezza del patrimonio storico del nostro passato, visitare il castello di Monte di San Nicolò potrebbe proprio fare al caso vostro!

Parrocchia di San Pietro Apostolo

La maestosa chiesa parrocchiale domina la cittadina di Fonte alto dalla cima del colle su cui troneggia con aria solenne. Il candido santuario sorge dalle rovine di strutture più antiche risalenti al XIV secolo.

Le devastanti scosse sismiche del 25 febbraio 1695 compromisero irreparabilmente dell’edificio sacro, al punto da renderne necessaria la ricostruzione nel corso dei secoli XVII e XVIII.

I sontuosi ambienti interni sono ornati con eleganza, come dimostrato dall’inestimabile dipinto del Canaletto che si estende sul soffitto della navata centrale.

La scalinata d’accesso, che in origine contava settantacinque gradini in legno, fu ricostruita nel 1869 conferendole un aspetto molto più 

La scalinata d’accesso originale, di aspetto umile e costituita da settantacinque gradini in legno, ben si discosta dalla versione attuale, esito di una ricostruzione del 1869 che prevedeva centodue gradini adagiati sul pendio del colle e la cui ordinata disposizione sembra conferire alla gradinata attuale un aspetto regale capace di ispirare un senso di profonda riverenza.

Ti interessa questo articolo? Qui troverai tutti i comuni delle Provincia di Treviso con le Info più interessanti!

Parrocchia della Beata Vergine

Localizzata in via Roma, 56, 31010 Oné (TV) l’antica chiesa dedicata alla madonna del Carmine fu realizzata per volere della famiglia veneziana Badoer nel XVII secolo.

Situato in prossimità della residenza estiva fatta erigere dalla nobile casata, l’oratorio privato, per quanto minuto, cominciò ad aprire le sue porte al resto della popolazione a partire dalla metà del XVlll secolo, in occasione di celebrazioni religiose e messe festive.

Il nobile luogo di culto, dalle dimensioni troppo contenute per accogliere l’intera comunità durante cerimonie e festeggiamenti, venne abbattuto per lasciare spazio a una chiesa più ampia, ai cui lavori di costruzione partecipò parte dei locali.

Dell’oratorio secentesco fu conservato il quadro dell’altare raffigurante la Madonna che consegna lo scapolare (grembiule usato dai monaci durante il lavoro) a S. Simon Stok (religioso carmelitano vissuto tra il XII e il XIII secolo), mentre un angelo indica il Monte Carmelo.

Gli interni della chiesa presentano elementi decorativi sobri e di pregiata fattura, tra cui spicca il nobile altare maggiore, costruito con le rimanenze marmore del sepolcro di papa Pio X e affiancato a due altari laterali realizzati in cemento e pietruzze.

Per maggiori info visitate il sito del Comune di Fonte

Farmacie del Comune di Fonte

Farmacia Agostini, Via Asolana, 16, 31010 Fonte (TV) 0423 949057

Popolazione del Comune di Fonte

5.882 abitanti (2.951 maschi. 2.931 femmine)

Frazioni del Comune di Fonte

 Fonte Alto, Onè di Fonte

Per categoria

spot_img