HomeComuni del VenetoCosa fare a San Stino di Livenza (VE): idee

Cosa fare a San Stino di Livenza (VE): idee

Scopri cosa fare a San Stino di Livenza: la parrocchia di Santo Stefano, il crossodromo sette sorelle, percorso ciclabile lungo la Livenza. Volete saperne di più? Prima di tutto…

Dove si trova Santo Stino di Livenza?

Il comune di Santo Stino di Livenza confina a nord est con Annone Veneto, a nord ovest con Motta di Livenza, a sud con Caorle, a sud ovest con Eraclea, a est con Annone Veneto, Portogruaro, Concordia Sagittaria e Caorle, a ovest con Motta di Livenza, Cessalto, Torre di Mosto ed Eraclea.

Giro in bicicletta a San Stino di Livenza

Il percorso ciclabile consigliato ha inizio dal parcheggio in corrispondenza della parrocchia del comune. L’imponente struttura, disadorna e solenne, si caratterizza per una possente facciata a salienti ritmata da una coppia di lesene sormontata da un frontone triangolare.

Diviso in tre navate accessibili attraverso tre portali in legno, l’austero luogo di culto in mattoni faccia a vista è volto verso l’argine erboso della Livenza e due filari di scuri cipressi.

La maestosa mole della chiesa è affiancata dalla svettante torre campanaria a base quadrata ornata da lesene e archetti pensili. A concludere lo sviluppo verticale del campanile è la cuspide poggiante su un tamburo ottagonale circondato da un elaborato parapetto in pietra.

Lasciate la parrocchia di Santo Stefano alla vostra sinistra e percorrete Piazzale Santo Stefano fino all’incrocio tra Via del Popolo e Via Gonfi. Svoltate a sinistra e seguite Via del Popolo per 400 metri fino a giungere in Piazza Aldo Moro, dalla quale si eleva la stele in onore ai caduti della grande guerra.

Raggiunta l’area urbana pedonale, lastricata di sanpietrini e delimitata da ristoranti porticati, osterie e cafè, svoltate a destra e procedete lungo Via Roma fino alla rotonda. Prendete la prima uscita e seguite Via Stazione per 1,3 km fino a raggiungere i verdi argini della Livenza da cui si gode di una veduta ad ampio raggio del panorama fluviale in cui spiccano floridi canneti ripariali e le fronde ondeggianti di pallidi salici nodosi.

Da Via Stazione continuate per 3 km su Via Zoccat, Via Ponte Tezze e Via Agazzi dopodiché, al bivio tra Via Fingoli e Via Biverone, tenete la sinistra su Via Fingoli (45.70199516229154, 12.710891562266903). Percorrete Via Fingoli per 1,1 km passando affianco a Villa Correr Agazzi, dimora signorile veneta elevata su tre piani sormontati da un mezzanino e collegata ad una grande e caratteristica barchessa, adiacenza rurale di servizio concepita come magazzino, deposito e per ospitare i lavoratori della tenuta agricola.

Lasciate alla vostra destra il sontuoso parco alberato della residenza gentilizia delimitato da alti pioppi cipressini e continuate su Via Fingoli fino all’incrocio con Via Fossa Fondi.

Svoltate a sinistra, continuate per 280 metri e svoltate a destra e addentratevi nello sterminato scenario agreste dell’entroterra veneziano delimitato da rigogliose siepi e punteggiato di salici piangenti. Continuate su Via Fossi Fondi, passando affianco al Crossodromo Sette Sorelle – MC Speedy a.s.d., fino all’intersezione.

All’incrocio svoltate a destra, procedete per 40 metri e svoltate a sinistra. Attraversato il ponte svoltate a sinistra e poi subito a destra in Via della Bonifica. Seguite per 1,7 km la candida strada sterrata da cui potete ammirare caseggiati rustici vaste estensioni di campi coltivati.

A questo punto attraversate il ponte alla vostra sinistra e percorrete Via Sette Sorelle per 4,2 km lungo il Fiume Loncon, Canale Fosson e Canale Malgher, dopodiché svoltate a sinistra in Via Tre Ponti (45.72579049934673, 12.713214413200525).

Percorrete Via tre Ponti per 750 metri, poi svoltate a sinistra Via Caorle. Percorrete Via Caorle fino all’incrocio, poi svoltate a destra e seguite la pista ciclabile per 270 metri. A questo punto attraversate le strisce pedonali, svoltate a destra e continuate lungo la pista ciclabile in direzione della rotatoria.

Tenete la sinistra, attraversate le strisce pedonali in Via Walter Tobagi e proseguite per 130 metri passando affianco alla rotonda, poi attraversate le strisce pedonali alla vostra destra, svoltate a sinistra e imboccate Via Ezio Vanoni alla vostra destra.

Percorrete Via Ezio Vanoni fino all’incrocio in Viale Trieste, dopodiché svoltate a sinistra continuate per 1,4 km fino alla rotonda. Alla rotatoria prendete la terza uscita e continuate su Via Stazione per 300 metri. Alla rotatoria prendete la prima uscita e seguite Via Papa Giovanni XXIII per 400 metri. All’incrocio svoltate a sinistra per tornare alla parrocchia di Santo Stefano.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Per categoria

spot_img